Un boss della yakuza arrestato a New York: pianificava scambio droga-missili con ribelli del Myanmar

© Foto : U.S. District Court for the Southern District of New YorkTakeshi Ebisawa
Takeshi Ebisawa - Sputnik Italia, 1920, 08.04.2022
Seguici suTelegram
Un boss di alto rango della Yakuza e tre soci sono stati arrestati martedì a Manhattan a seguito di un'indagine durata tre anni svolta in diverse parti del mondo.
I quattro uomini sono accusati di reati relativi a traffico internazionale di droga e armi che includeva un piano per uno scambio di grandi quantità di eroina e metanfetamina con armi che si potrebbero usare in una guerra.
Takeshi Ebisawa, un boss della Yakuza di 57 anni, si stava godendo la cena ad un steakhouse a Manhattan quando un'indagine di tre anni eseguita dalla Drug Enforcement Administration (DEA, Organo per l'applicazione delle politiche sulle droghe statunitense) è giunta al termine, portando all'arresto dell'uomo.
Ebisawa, insieme ai suoi complici, rischia l'ergastolo a causa di due conteggi di cospirazione per importazione di stupefacenti, cospirazione per possedere armi da fuoco, comprese mitragliatrici e dispositivi distruttivi, cospirazione per acquisire, trasferire e possedere missili terra-aria, e riciclaggio di denaro.
La DEA, mediante un informatore, ha organizzato una serie di incontri e accordi con Ebisawa a partire dal 2019. Ebisawa e un altro boss della Yakuza chiamato "Sampo" in Thailandia avevano l'intenzione di consegnare all'esercito dello Stato Wa in Myanmar e le Tigri Tamil in Sri Lanka armi da guerra. Tra l'altro, lo Stato Wa era disposto a pagare le proprie armi con eroina e metanfetamina.
Nel febbraio del 2021, un altro informatore della DEA, insieme a due agenti sotto copertura della polizia nazionale danese, avrebbe infine mostrato a Ebisawa un assortimento di armi in un magazzino di Copenaghen.
Da quel momento Ebisawa avrebbe lavorato per finalizzare gli accordi con i suoi acquirenti. Alla fine ha negoziato ulteriori accordi con l'esercito dello Stato Shan e la Karen National Union (KNU) in Myanmar per armi per un valore di 40 milioni di dollari.
L'accordo avrebbe incluso 500 chilogrammi di metanfetamina e 500 chilogrammi di eroina inviati a New York in cambio di armi.
“Sosteniamo che il signor Ebisawa e i suoi co-cospiratori abbiano negoziato accordi con un agente della DEA sotto copertura per acquistare armi pesanti e vendere grandi quantità di droghe illegali. La droga era destinata alle strade di New York e le spedizioni di armi erano destinate a fazioni in nazioni instabili. I membri di questo gruppo criminale internazionale non possono più mettere in pericolo vite umane e dovranno affrontare la giustizia per le loro azioni illecite", ha affermato in una nota il procuratore degli Stati Uniti Damian Williams.
I gruppi a cui la Yakuza stava tentando di fornire armi sono gruppi di ribelli, forze di guerriglia e partiti militari semiautonomi.
La Yakuza è un'organizzazione criminale internazionale nata in Giappone. Secondo il Dipartimento di Giustizia statunitense, l'organizzazione, che rispetta il codice dei samurai di "sangue, onore e obbedienza", controlla il gioco d'azzardo, la prostituzione, la droga, lo strozzinaggio, il contrabbando di armi e il racket di estorsioni del Giappone. La loro influenza si estende all'edilizia, all'intrattenimento e alla politica giapponesi.
Il gruppo criminale è penetrato negli Stati Uniti, con una presenza a Honolulu, Los Angeles, San Francisco, Las Vegas e New York City.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала