- Sputnik Italia, 1920
La situazione in Ucraina
La Russia ha lanciato un'operazione speciale in Ucraina il 24 febbraio dopo che le Repubbliche del Donbass hanno chiesto aiuto a causa dei continui attacchi delle forze di Kiev.

Mosca accusa: la Nato conduce una guerra per procura contro la Russia in Ucraina

© Sputnik . Mikhail Markiv / Vai alla galleria fotograficaBandiere dell'Ucraina e della NATO
Bandiere dell'Ucraina e della NATO - Sputnik Italia, 1920, 08.04.2022
Seguici suTelegram
I Paesi della Nato forniscono regolarmente armi all'Ucraina sin da prima dell'inizio delle operazioni speciali della Russia, sebbene Mosca abbia ripetutamente avvertito che questo contesta implica più vittime.
La Nato si è impegnata in una guerra "per procura" contro la Russia in Ucraina, ha affermato la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova.
Ha sottolineato che l'alleanza ha "rafforzato la convinzione del regime di Kiev che i suoi crimini di guerra e la crudeltà nei confronti dei civili in tutta l'Ucraina rimarranno impuniti".
"Diventa sempre più evidente che, sebbene respinga la sua partecipazione diretta al conflitto, la Nato sta praticamente combattendo contro la Russia dalla parte dell'Ucraina usando il popolo ucraino", ha affermato la Zakharova in una dichiarazione pubblicata sul sito web del ministero.
La portavoce ha aggiunto che inviando sempre più armi in Ucraina, la Nato contribuisce al prolungamento del conflitto.
Sistemi di difesa aerea S-300 Favorit - Sputnik Italia, 1920, 08.04.2022
La situazione in Ucraina
Consegnato in Ucraina il sistema di difesa aerea S-300 slovacco
La dichiarazione del ministero degli Esteri russo sottolinea anche il fatto che l'alleanza ha regolarmente chiuso gli occhi sui crimini del regime di Kiev.
"Jens Stoltenberg ha recentemente evitato di commentare i prigionieri di guerra russi torturati e uccisi da combattenti ucraini. Ha detto che non ne sapeva nulla. O forse semplicemente non vuole saperlo... Tuttavia, ha parlato molto della 'tragedia di Bucha' , affermando che una volta che le forze russe lasceranno le città ucraine, emergeranno "fosse comuni e nuove prove di atrocità e crimini di guerra'. Questi sono doppi standard che sono apparentemente condivisi come un valore comune dall'Occidente", si afferma nella dichiarazione del ministero.

Operazione militare russa in Ucraina

La mattina del 24 febbraio il presidente Vladimir Putin ha ordinato un'operazione speciale in Ucraina, descrivendola come un passo necessario per intervenire nelle Repubbliche Popolari del Donbass, che stavano affrontando un "genocidio" e le atrocità commesse dal governo nazionalista a Kiev.
Il ministero della Difesa russo ha sottolineato che le forze russe non stanno prendendo di mira le città o le infrastrutture sociali dei guarnigioni militari ucraini, al fine di evitare vittime tra i militari e le loro famiglie che risiedono lì, e ha ordinato di trattare il personale militare delle forze armate ucraine "con rispetto".
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала