Russia convoca ambasciatore finlandese a seguito del sequestro di opere d'arte di musei russi

© Sputnik . Vitaliy BelousovIl ministero degli Esteri della Federazione Russa
Il ministero degli Esteri della Federazione Russa - Sputnik Italia, 1920, 07.04.2022
Seguici suTelegram
L'ambasciatore straordinario e plenipotenziario della Finlandia nella Federazione Russa Antti Helantera è stato convocato al ministero degli Esteri russo, gli è stata espressa una protesta in relazione al blocco di oggetti culturali, ha dichiarato il ministero degli Esteri russo.
"Il 7 aprile, l'ambasciatore finlandese a Mosca, A. Helantera, è stato convocato al ministero degli Esteri russo, gli è stata espressa una ferma protesta in relazione al fermo da parte delle autorità doganali finlandesi di beni culturali appartenenti a musei russi, che venivano trasportati attraverso la Finlandia in Russia dopo che erano stati messi in mostra in Italia e Giappone con le garanzie governative di intoccabilità e ritorno nella Federazione Russa", si legge nel comunicato sul sito del ministero degli Esteri russo.
Il documento osserva che la parte finlandese ha motivato le sue azioni con le sanzioni imposte dall'Unione Europea contro la Russia.

"Mosca attende la tempestiva decisione delle autorità finlandesi di garantire la restituzione dei reperti da museo alla Russia. Fino a quando non verrà presa tale decisione, la parte finlandese è pienamente responsabile della conservazione di queste opere d'arte. Non sarà possibile fuggire dalla responsabilità riguardo la questione, nascondendosi dietro la posizione dell'Unione Europea", sottolinea il dicastero.

Questa settimana i media russi hanno riferito che camion con opere d'arte al ritorno dalla mostra milanese "Grand Tour. Sogno d'Italia da Venezia a Pompei", sono stati bloccati in Finlandia. La dogana finlandese ha confermato il fermo avvenuto il 2-4 aprile di tre veicoli con merci destinate alla Russia soggette a sanzioni UE, senza specificare se si trattasse di dipinti. Il ministero della Cultura russo ha confermato che le opere d'arte sottoposte a ispezione doganale al confine finlandese erano state usate per due mostre in Italia.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала