- Sputnik Italia, 1920
La situazione in Ucraina
La Russia ha lanciato un'operazione speciale in Ucraina il 24 febbraio dopo che le Repubbliche del Donbass hanno chiesto aiuto a causa dei continui attacchi delle forze di Kiev.

Persi fino a 5 miliardi di dollari dalla Shell per il ritiro dal mercato russo

© Sputnik . Maksim Bogodvid / Vai alla galleria fotograficabenzina
benzina - Sputnik Italia, 1920, 07.04.2022
Seguici suTelegram
La compagnia energetica Shell ha già perso fino a 5 miliardi di dollari per la sospensione delle attività in Russia.
Il ritiro dalla Russia costerà alla compagnia energetica anglo-olandese Shell più di quattro miliardi di dollari nel solo primo trimestre, secondo una previsione pubblicata sul suo sito web.
"Nel primo trimestre del 2022, l'impatto al netto delle imposte della svalutazione delle attività non correnti e dei costi incrementali (come cancellazioni di crediti, perdite attese su crediti e contratti onerosi) associati alle operazioni in Russia dovrebbe essere compreso tra i 4 miliardi e i 5 miliardi di dollari", si legge nel documento.
Tuttavia, questi costi non influiranno sugli utili rettificati, ha aggiunto la società.
La mattina del 24 febbraio il presidente Vladimir Putin ha ordinato un'operazione speciale in Ucraina, descrivendola come un passo necessario per intervenire nelle Repubbliche Popolari del Donbass, che stavano affrontando un "genocidio" e le atrocità commesse dal governo nazionalista a Kiev.
In risposta all'operazione, gli Stati Uniti e i loro alleati hanno cercato di isolare la Russia sulla scena internazionale politicamente ed economicamente, attuando sanzioni di ampia portata contro l'economia russa. Molte multinazionali hanno deciso di sospendere le proprie attività in Russia.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала