I conservatori esortano Elon Musk a ripristinare l'account Twitter di Trump

© AP Photo / Ross D. FranklinDonald Trump
Donald Trump - Sputnik Italia, 1920, 06.04.2022
Seguici suTelegram
Elon Musk, gia' attivo fraquentatore di Twitter, è diventato da poco il maggiore azionista del social network dopo aver acquistato una partecipazione del 9,2% della società per 2,9 miliardi di dollari.
Ad Elon Musk è stato chiesto da diversi repubblicani, e attivisti, di ripristinare l'account dell'ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump su Twitter, dopo che il CEO di Tesla e SpaceX ha ripetutamente criticato il gigante dei social media per il suo trattamento parziale delle voci conservatrici.
"Ora che @ElonMusk è il maggiore azionista di Twitter, è tempo di revocare la censura politica", ha twittato lunedì il repubblicano Lauren Boebert (R-Colo.). "Oh... e RIPORTA TRUMP!"
Il conduttore televisivo, e attivista, Pete Hegseth ha invece affermato martedì su "Fox & Friends" che "Twitter [prima, ndr] era un campo aperto al libero pensiero".
"Hanno allontanato Donald Trump. Hanno respinto molti conservatori. Se dovessero riattivarlo, aprirebbero il dibattito in America", ha dichiarato, come citato da Mediaite.
Anche il politico britannico, ed ex membro del Parlamento europeo, Nigel Farage si è unito agli appelli per ripristinare l'account di Trump, twittando martedì che la decisione di Musk di essere nel consiglio di amministrazione "è il primo passo nella giusta direzione".
L'amministratore delegato del sito web di satira conservatore Babylon Bee, il cui account Twitter è stato bloccato dopo che è apparso un articolo che chiamava Rachel Levine, un funzionario transgender dell'amministrazione Biden "l'uomo dell'anno", ha affermato che esiste la possibilità che anche l'account del sito web possa essere sbloccato.
"Musk ci ha contattato prima di intervistare i suoi follower sull'impegno di Twitter per la libertà di parola", ha twittato il CEO di Babylon Bee, Seth Dillon Dillon. “Voleva confermare che, di fatto, eravamo stati sospesi. Durante quella telefonata ha anche pensato che avrebbe potuto aver bisogno di acquistare Twitter".
Il 4 aprile, il sito web della US Securities and Exchange Commission (SEC) ha annunciato che il 14 marzo il miliardario è diventato proprietario di circa 73,48 milioni di azioni ordinarie di Twitter. Ciò equivale a una partecipazione del 9,2% della società, con un contro valore totale di 2,89 miliardi di dollari.
Musk è entrato nel cda della società e il suo mandato scadra' nel 2024, con una possibile proroga. Dopo l'annuncio, lunedì le azioni di Twitter sono aumentate del 26% a 49,56 dollari.
Musk, e' un un frequente utilizatore di Twitter con oltre 80 milioni di follower, ed ha ripetutamente messo in dubbio l'impegno di Twitter per la libertà di parola, e cio' lo ha fatto riflettere sulla possibilita' di creare un proprio social network. La scorsa settimana, ha dichiarato che stava "pensando seriamente" alla creazione di una nuova piattaforma. Ha anche pubblicato un sondaggio in cui ha chiesto ai suoi follower se la gestione di Twitter aderisce rigorosamente ai principi della libertà di parola. Più del 70 percento degli intervistati ha detto "no".
Nell'ottobre del 2021, Donald Trump, che l'anno scorso è stato bannato definitivamente da Twitter, ha annunciato il lancio del suo social network Truth Social, dicendo di voler "opporsi alla tirannia della Big Tech" che "in America mette a tacere le voci dell'opposizione".
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала