Transito del gas russo attraverso l'Ucraina previsto al livello massimo

© Sputnik . Stringer / Vai alla galleria fotograficaUn manometro
Un manometro  - Sputnik Italia, 1920, 05.04.2022
Seguici suTelegram
Martedì 5 aprile, si prevede che il transito del gas russo attraverso il territorio dell'Ucraina rimanga al livello vicino ai massimi degli obblighi contrattuali di Gazprom, lo si evince dai dati dell'Operatore del Sistema di trasporto del gas (GTS) ucraino.
Le domande per il pompaggio di gas attraverso le stazioni di Sudzha e Sokhranovka dalla Russia per oggi ammontano a 108,34 milioni di metri cubi. Il transito rimane vicino agli obblighi massimi di Gazprom previsti dal contratto di transito - circa 109,6 milioni di metri cubi al giorno (40 miliardi di metri cubi all'anno) - dalla fine di febbraio. È leggermente diminuito solo un paio di giorni a metà marzo.
Il pompaggio di gas attraverso Nord Stream rimane al livello di 170 milioni di metri cubi al giorno, stando ai dati pubblicati sul sito web dell'operatore del gasdotto Nord Stream AG lunedì.
Secondo i dati della tedesca Gascade, il gasdotto Yamal-Europa funziona in modalità inversa virtuale. Non c'è flusso fisico di gas alla stazione di Malnov in Germania, ma le consegne del gas russo tramite il gasdotto continuano: quando arrivano nella sezione polacca di Yamal-Europa, vengono immediatamente rivendute dalla Germania e rimangono sul territorio della Polonia. Gazprom ha ripreso le consegne tramite il gasdotto il 29 marzo dopo una pausa di due settimane. Questa è una delle principali ma equilibranti rotte di esportazione per la società.
Gli esperti affermano che l'export di gas russo in aumento dalla fine di febbraio è associato ai rischi dovuti all'operazione militare russa in Ucraina, nonché alle previsioni meteorologiche in Europa. I dati di woeurope.eu indicano un abbassamento delle temperature nella regione negli ultimi giorni di marzo - inizio aprile.
Allo stesso tempo, rimangono stabili i numeri delle esportazioni di Gazprom, nonostante la crescita della produzione dell'energia eolica nell'UE. Secondo Wind Europe, il 4 aprile la produzione di parchi eolici in Europa ha ammontato al 26,7% del totale, mentre una settimana prima era al livello dell'11,9%. Intanto, dal 31 marzo, sono ripresi i prelievi netti di gas dagli stoccaggi sotterranei europei. Secondo GIE (Gas Infrastructure Europe), alla data del 3 aprile gli stoccaggi erano riempiti al 26,25% mentre il 30 marzo era del 26,39%.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала