Covid, per Ricciardi chi ad oggi ha fatto solo 2 dosi "non è vaccinato"

© Foto : EPP GroupWalter Ricciardi
Walter Ricciardi - Sputnik Italia, 1920, 04.04.2022
Seguici suTelegram
Il professor Ricciardi, consulente per il ministero della Salute, parla ad Agorà della nuova recente variante XE, mix tra Omicron 1 e 2, come di una variante "più contagiosa", ma non più letale. Riferisce in tal senso che i cittadini che hanno fatto solo due dosi di vaccino non sarebbero coperti per essa.
In merito alla nuova variante, la XE, mix tra Omicron 1 e 2, che recentemente ha destato la preoccupazione di virologi come dei cittadini di tutta quanta la Penisola, lancia il monito il professor Walter Ricciardi, consulente per il ministero della Salute.

"Le prime analisi non possono ancora delineare un quadro chiaro su sintomi, durata, incubazione".

Sembra però che la stessa sia più contagiosa, "e questo è preoccupante perché genera un contagio enorme con il coinvolgimento di cittadini e anche operatori sanitari: in questo momento in Gran Bretagna si aspettano 20 ore per un’ambulanza, non riescono a dare risposte né in emergenza né in elezione. L’attesa per un intervento chirurgico in elezione è 10 anni", dice il professore.
Desta poi preoccupazione, sottolinea lo stesso, il fatto che la variante sembra contagiare anche i vaccinati, in primis chi non ha fatto la dose di rinforzo.

"Questa vaccinazione è fatta con 3 dosi. Una persona che oggi ha 2 dosi non è praticamente vaccinata. Questa malattia non dà un'immunità permanente, anche un soggetto guarito può reinfettarsi. Fino al 4% delle persone si reinfetta e cominciano ad esserci soggetti che si reinfettano più di due volte", riferisce Ricciardi.

Il consulente sottolinea poi un dato importante, quello sulle vaccinazioni pediatriche, riportando come le stesse non abbiano purtroppo soddisfatto le speranze attese, essendosi "fermate" a quota 38%, lanciando un monito sulla situazione:
"Lo spiego con la diffidenza dei genitori che temono più il vaccino della malattia, senza rendersi conto che la malattia è insidiosa: si sa come comincia ma non si sa come finisce, nel 10% dei bambini si ha il Long Covid con una lunga situazione di spossatezza".
Intanto il ministro della Salute Roberto Speranza esprime ancora perplessità circa l'eventuale cancellazione dell'obbligo di mascherine al chiuso, riferendo che "la decisione verrà presa sulla base dei contagi".
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала