L'Algeria propone un aumento delle forniture di gas all'Italia

© Nord Stream 2Lavori di realizzazione del gasdotto North Stream 2
Lavori di realizzazione del gasdotto North Stream 2 - Sputnik Italia, 1920, 03.04.2022
Seguici suTelegram
Sonatrach, la compagnia statale algerina del petrolio e del gas, ha comunicato di aver offerto all'italiana Eni un incremento delle forniture di gas.

"I direttori delle due società hanno parlato delle forniture di gas all'Italia. Sono state presentate iniziative sia a breve che a medio termine, le quali contribuiranno ad aumentare le forniture all'Italia attraverso il gasdotto transmediterraneo".

Gli amministratori delle due società hanno anche discusso di un possibile avvio accelerato dello sfruttamento dei giacimenti scoperti dalla compagnia algerina.
Toufik Hakkar, CEO di Sonatrach, ha dichiarato sabato che l'Algeria non è attualmente in grado di compensare le forniture di gas russo all'Europa.
A detta di Hakkar, Sonatrach è intenzionata a investire circa 40 miliardi di dollari nella ricerca e nella produzione di petrolio e gas dal 2022 al 2026.
L'Algeria rientra tra i dieci principali produttori di gas al mondo. Prima dell'introduzione delle restrizioni nell'ambito dell'accordo OPEC+, nel maggio 2020, il livello di produzione di petrolio nel paese era di circa 1,3 milioni di barili al giorno mentre, nel febbraio 2022, il volume era di circa 982 mila barili.
La compagnia petrolifera statale Sonatrach si occupa della produzione, della lavorazione, del trasporto e della vendita di idrocarburi, settore in cui rappresenta il maggiore player non solo in Algeria, ma in tutta l'Africa.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала