Briefing della Difesa russa: distrutti in un giorno 42 siti militari ucraini

 / Vai alla galleria fotograficaIl generale Igor Konashenkov
Il generale Igor Konashenkov - Sputnik Italia, 1920, 03.04.2022
Seguici suTelegram
Il Ministero della Difesa russo ha reso noto il resoconto della 39° giornata dell'Operazione Speciale in Ucraina.
Durante la notte, aerei dell'aeronautica russa hanno colpito 51 strutture militari. Al mattino, nella regione di Odessa, sono state distrutte una raffineria di petrolio e tre depositi di carburante e lubrificanti.
Durante la giornata sono state colpite 42 strutture militari dell'Ucraina e sono stati distrutti depositi di carburante a Konstantinovka, Slavuta e Ternopil. Colpita anche la base aerea di Balovnoye, alla periferia di Nikolaev, dove sono stati distrutti un parcheggio per aerei e un deposito di carburante.
"Un attacco all'aeroporto militare Vasilkov nella regione di Kiev ha disabilitato il Centro di allerta e controllo dell'aviazione e della difesa aerea delle forze aeree dell'Ucraina", ha affermato il generale Konashenkov, portavoce dell'esercito russo.
La Russia ha lanciato un'operazione militare in Ucraina il 24 febbraio. Il presidente Vladimir Putin ha definito l'obiettivo di "proteggere le persone che sono state oggetto di genocidio da parte del regime di Kiev per otto anni". Secondo il Ministero della Difesa della Federazione Russa, le Forze Armate colpiscono solo le infrastrutture militari e le truppe ucraine e, a partire dal 25 marzo, hanno completato i compiti principali della prima fase: hanno ridotto significativamente il potenziale di combattimento dell'Ucraina. L'obiettivo principale definito dalla Difesa russa è la liberazione del Donbass.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала