Oggi proteste di massa in Gran Bretagna contro l'aumento dei prezzi

© AP Photo / Yui MokPolizia a Londra
Polizia a Londra - Sputnik Italia, 1920, 02.04.2022
Seguici suTelegram
Maxi-proteste in programma in tutto il paese per la giornata di oggi, alla luce dei notevoli aumenti dei prezzi registrati su tutti i comparti, dall'alimentare fino al settore dell'energia e dei carburanti.
Gli attivisti del movimento del National Assembly hanno in programma proteste su larga scala in tutta la Gran Bretagna per questo sabato, a causa del forte aumento dei prezzi.
"L'indignazione pubblica per l'impennata del costo della vita è in aumento e la nostra risposta sta aumentando. È tempo per tutti noi di unirci e costruire la nostra resistenza collettiva. Ora è il momento di scendere in piazza e inviare un chiaro messaggio al governo sul fatto che ci rifiutiamo di pagare per la loro crisi", si legge nella nota sul sito web del movimento.
Sono previste azioni nelle 25 città più grandi del paese, tra cui Londra, Liverpool e Manchester.
Sullo sfondo dell'aumento dei prezzi dell'energia, l'inflazione annua in Gran Bretagna a febbraio ha raggiunto un nuovo livello record degli ultimi 30 anni, pari al 6,2%.
Le proteste si svolgono sullo sfondo di un aumento del 54% della soglia dei prezzi di gas ed elettricità. Questa decisione è stata presa all'inizio di febbraio, a causa del forte aumento dei prezzi mondiali del gas, ma è entrata in vigore il 1° aprile. A seguito della decisione del regolatore dell'energia, il costo della stessa per i consumatori britannici aumenterà in media di 700 sterline all'anno e ammonterà a circa 2.000 sterline.
La soglia dei prezzi dell'energia in Gran Bretagna è fissata dall'autorità di regolamentazione due volte l'anno per i periodi estivi (aprile-settembre) e invernali (ottobre-marzo). I fornitori non possono fissare prezzi superiori a questo massimo.
Secondo un'indagine del National Statistical Service del paese, a causa dell'aumento della spesa, il 51% dei britannici ha iniziato a spendere meno per beni non essenziali, il 34% usa meno gas o elettricità in casa, il 31% spende meno per cibo e generi di prima necessità merce.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала