Germania, la Bundeswehr ha chiesto al governo 21 milioni di euro per rifornire mezzi e attrezzatura

© AP Photo / Mindaugas KulbisSoldati tedeschi
Soldati tedeschi - Sputnik Italia, 1920, 02.04.2022
Seguici suTelegram
Berlino ha in precedenza invertito la propria politica decennale di non inviare armi letali nelle regioni in crisi, quando il cancelliere tedesco Olaf Scholz ha annunciato che la Germania avrebbe inviato missili e armi anticarro per aiutare l'Ucraina nel mezzo dell'operazione russa in corso nel Paese. Ora le forze armate chiedono "rifornimenti".
La Bundeswehr (forze armate della Repubblica federale di Germania) ha sottolineato la necessità di rifornirsi urgentemente di nuove munizioni, dopo che le consegne effettuate in Ucraina hanno prosciugato le proprie scorte, ha riferito Spiegel.
Questa settimana il dipartimento della Difesa tedesco ha richiesto al Bundestag un fondo speciale di 21 milioni di euro, per rifornire le scorte di munizioni per i lanciatori anticarro non guidati Panzerfaust 3 (PF3).
Il PF3 è costituito da un contenitore usa e getta con una testata da 110 mm e un dispositivo di tiro e mira riutilizzabile. Il proiettile è costituito da una testata riempita con una miscela ad alto potenziale esplosivo, l'Octol 7030.
Secondo una fonte citata riservata, si prevede di sostituire le 3.500 cartucce consegnate alle forze di Kiev "con breve preavviso", in modo che "l'attuale bisogno di cartucce possa essere soddisfatto".
Inoltre, secondo quanto riferito, è stato emesso un avvertimento che, a meno che le scorte non vengano ricostituite, gli interessi di sicurezza della Germania saranno "considerevolmente in pericolo".
"Armi appropriate sono importanti per gli interessi della politica di sicurezza della Germania, dato che per rispondere pienamente alle esigenze di difesa nazionale e dell'alleanza, la Bundeswehr dovrà essere in grado di combattere efficacemente le forze armate nemiche", afferma il documento citato.
L'urgenza della richiesta, secondo la pubblicazione, illustra come la Bundeswehr sia scarsamente dotata di armi per i requisiti di difesa nazionale e dell'alleanza. Secondo Spiegel, prima della crisi ucraina la Germania aveva circa 24.000 unità Panzerfaust 3. Dopo la decisione del governo di fare un cambio di direzione in materia di consegne di armi all'Ucraina, secondo quanto riferito l'esercito si sarebbe affrettato ad equipaggiare in modo ottimale le proprie truppe.
La mattina del 24 febbraio il presidente Vladimir Putin ha ordinato un'operazione speciale in Ucraina, descrivendola come un passo necessario per intervenire nelle Repubbliche Popolari del Donbass, che stavano affrontando un "genocidio" e le atrocità commesse dal governo nazionalista a Kiev.
Il ministero della Difesa russo ha sottolineato che le forze russe non stanno prendendo di mira le città o le infrastrutture sociali delle guarnigioni militari ucraine, al fine di evitare vittime tra i militari e le loro famiglie che risiedono lì, e ha ordinato di trattare il personale militare delle forze armate ucraine "con rispetto".
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала