Morto miliziano italiano nel Donbass

© Foto : Edy OngaroEdy Ongaro
Edy Ongaro - Sputnik Italia, 1920, 01.04.2022
Seguici suTelegram
Il suo nome era Edy Ongaro e viveva in Donbass dal 2015
Edy Ongaro, il miliziano rimasto ucciso ieri sera nel corso di uno scontro armato in Donbass era un 46enne originario di Portogruaro, in provincia di Venezia, e viveva in Donbass dal 2015.
Aveva scelto ‘Bozambo’ come nome di battaglia e si era arruolato dapprima nella Brigata Prizrack ed in seguito era entrato nei ranghi dell'esercito regolare della DPR combattendo per le Repubbliche popolari di Donetsk e di Lugansk.
L’uomo è morto nel corso di una battaglia avvenuta ieri nel villaggio di Adveedka, a Nord di Donetsk, a seguito dello scoppio di una bomba a mano lanciata nella trincea nella quale si trovava insieme ad altri combattenti.
Secondo alcune stime sembra che circa una sessantina di italiani siano andati combattere in Ucraina, con alcuni di questi che avrebbero vissuto sul territorio gia' da alcuni anni. Queste persone, equamente distribuite tra i due schieramenti, sarebbero in prevalenza maschi senza una famiglia e con un livello socioeconomico basso o medio-basso.
Tra gli stati europei il maggior numero di combattendi in Ucraina apparterrebbe alla Germania con 150 miliziani, seguiti dai 100 della Serbia, ed appunto dai 60 italiani.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала