Ministero degli Esteri russo: Mosca non lascerà senza risposta le azioni ostili dell'UE

© Sputnik . Maria Devakhina / Vai alla galleria fotograficaIl ministero degli Esteri russo a Mosca
Il ministero degli Esteri russo a Mosca - Sputnik Italia, 1920, 01.04.2022
Seguici suTelegram
La Russia ha lanciato un'operazione militare in Ucraina il 24 febbraio.
Le sanzioni dell'UE contro la Russia stanno influenzando negativamente la vita degli europei e Mosca spera che Bruxelles capisca che lo scontro nelle relazioni bilaterali non è nel suo interesse, ha detto a Sputnik il direttore del Dipartimento per la cooperazione europea del ministero degli Esteri russo Nikolay Kobrinets.
"Le azioni dell'UE non rimarranno senza risposta. Si spera che i paesi dell'UE capiscano che la contrapposizione non è nel suo interesse. Le sanzioni irresponsabili di Bruxelles stanno già influenzando negativamente la vita quotidiana dei comuni europei", ha affermato Kobrinets.
Inoltre, il diplomatico ha chiesto retoricamente se le nazioni europee fossero "pronte a pagare di tasca propria per ulteriori uccisioni di civili in Ucraina", trasformando così l'Europa da "regione di cooperazione e stabilità" in una zona di conflitto.
"Non credo", si è risposto.
La Russia ha lanciato un'operazione militare in Ucraina il 24 febbraio. Il presidente Vladimir Putin ha detto che l'obiettivo finale era smilitarizzare e "denazificare" l'Ucraina al fine di fornire "protezione" alle "persone che sono state oggetto di abusi e genocidi da parte del Regime di Kiev per otto anni".
Alla luce di questa operazione militare speciale in corso, un certo numero di paesi occidentali ha introdotto nuove sanzioni globali contro il paese. Secondo il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov, le sanzioni occidentali sono molto gravi, ma la Russia si stava preparando in anticipo.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала