- Sputnik Italia, 1920
La situazione in Ucraina
La Russia ha lanciato un'operazione speciale in Ucraina il 24 febbraio dopo che le Repubbliche del Donbass hanno chiesto aiuto a causa dei continui attacchi delle forze di Kiev.

Macron sente Zelensky, discusse trattative con la Russia e garanzie di sicurezza

© REUTERS / Andreas GebertIl presidente ucraino Vladimir Zelensky
Il presidente ucraino Vladimir Zelensky - Sputnik Italia, 1920, 01.04.2022
Seguici suTelegram
Il presidente ucraino Vladimir Zelensky ha affermato di aver discusso con il presidente francese Emmanuel Macron del processo negoziale con la Federazione Russa e della questione di garanzie di sicurezza all'Ucraina.
Il membro della delegazione ucraina alle trattative con la Federazione Russa David Arakhamiya aveva affermato che Kiev ha avanzato la proposta di un nuovo sistema di garanzie di sicurezza per l'Ucraina. Kiev vede i paesi del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, oltre a Turchia, Germania, Canada, Italia, Polonia e Israele come garanti della sicurezza.
"Ho proseguito con i colloqui con il presidente Emmanuel Macron. Abbiamo discusso del processo negoziale: il suo andamento e le sue prospettive, nonché l'importanza delle garanzie di sicurezza", ha scritto Zelensky in un post su Twitter.
Zelensky ha aggiunto che la proposta francese riguardo i corridoi umanitari da Mariupol "deve essere realizzata".
Il colonnello generale Mikhail Mizintsev, capo del Centro di controllo della difesa nazionale della Federazione Russa, aveva affermato in precedenza che, su richiesta personale del presidente francese Emmanuel Macron e del cancelliere federale tedesco Olaf Scholz al presidente russo Vladimir Putin, l'esercito russo avrebbe aperto nuovamente un corridoio umanitario da Mariupol a Zaporizhzhia dal 1° aprile.
La Russia ha lanciato un'operazione militare in Ucraina il 24 febbraio. Il presidente Vladimir Putin ha definito il suo obiettivo "la protezione delle persone che sono oggetto di violenze e genocidio da parte del regime di Kiev da otto anni". Per questo motivo, si prevede di effettuare la "smilitarizzazione e de-nazificazione dell'Ucraina", per assicurare alla giustizia tutti i criminali di guerra responsabili di "crimini sanguinari contro i civili" nel Donbass.
Secondo il ministero della Difesa della Federazione Russa, le forze armate colpiscono solo le infrastrutture militari e le truppe ucraine. Con il supporto delle forze armate russe, le milizie delle Repubbliche Popolari di Donetsk e Lugansk sviluppano la loro offensiva, ma nei piani della Russia non figura l'occupazione dell'Ucraina, ha sottolineato il presidente russo.
Il 25 marzo, il ministero della Difesa russo ha comunicato che gli obiettivi principali della prima fase dell'operazione sono stati raggiunti, alla luce della significativa riduzione del potenziale di combattimento dell'Ucraina, mentre l'obiettivo principale è la liberazione del Donbass.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала