L'intelligence norvegese non vede "alternative" a Putin

© Sputnik . Grigory SysoevIl presidente russo Vladimir Putin al Forum Economico Orientale
Il presidente russo Vladimir Putin al Forum Economico Orientale - Sputnik Italia, 1920, 01.04.2022
Seguici suTelegram
Secondo il capo dei servizi segreti norvegesi Vladimir Putin, il secondo leader europeo più longevo, potrebbe trovarsi sotto pressione nella situazione attuale, ma non ha veri e propri sfidanti.
Per loro stessa ammissione al momento i servizi segreti norvegesi non vedono alternative in Russia a Vladimir Putin.
Il capo dei servizi segreti norvegesi, Nils Andreas Stensønes, ha ipotizzato che Putin sia messo sotto pressione tra il conflitto in Ucraina, le sanzioni dell'Occidente e il malcontento tra gli oligarchi, ma che non ha sfidanti.

“Non vediamo alternative a Putin in Russia. Hanno una lunga tradizione di leader forti. Immaginare un diverso quadro di governo richiederebbe molto tempo per svilupparsi in Russia", ha affermato Stensønes alla Conferenza sulla sicurezza organizzata dall'Autorità per la sicurezza nazionale, come riportato dal quotidiano Bergens Tidende.

Secondo Stensønes, è difficile stimare se Vladimir Putin abbia rafforzato o indebolito la sua posizione a seguito dell'operazione speciale della Russia in Ucraina, anche a causa della "ridotta presenza dei media occidentali" e di un "minore accesso af informazioni credibili".
Stensønes ha concluso che generalmente è difficile giudicare la stabilità di quello che ha definito un "regime chiuso".
Vladimir Putin è presidente della Russia dal 2012 ed è stato in precedenza presidente dal 2000 al 2008. È stato anche primo ministro del paese dal 1999 al 2000 e di nuovo dal 2008 al 2012. Ad oggi, Putin è il secondo leader europeo più longevo dopo Alexander Lukashenko della Bielorussia.
La mattina del 24 febbraio la Russia e i suoi alleati delle Repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk, recentemente riconosciute, hanno iniziato un'operazione militare in Ucraina. L'operazione e' nata a seguito di quasi otto anni di straziante conflitto civile nel Donbass ed è arrivata all'indomani di settimane di crescenti tensioni, dopo che le forze ucraine hanno condotto attacchi sia di sabotaggio sia tramite cecchini oltre ad aver bombardato le forze del Donbass.
All'inizio di marzo l'esercito russo ha reso noti documenti che indicavano che Kiev aveva pianificato di condurre un attacco su vasta scala alle Repubbliche popolari separatiste di Donetsk e Lugansk.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала