La Russia registra il primo vaccino nasale al mondo contro il Covid-19

© Sputnik / Vai alla galleria fotograficaVaccino nasale Sputnik V
Vaccino nasale Sputnik V - Sputnik Italia, 1920, 01.04.2022
Seguici suTelegram
Nell'agosto 2020, la Russia ha registrato il primo vaccino al mondo contro il coronavirus, lo Sputnik V, sviluppato dal Centro di Epidemiologia e Microbiologia "Gamaleya".
La Russia ha registrato il primo vaccino nasale al mondo contro il Covid-19.
Secondo il ministero della Salute russo, il vaccino nasale consiste in due dosi che dovrebbero essere inalate via naso in un intervallo di tre settimane.
Il vaccino nasale è stato approvato per tutte le persone di età superiore ai 18 anni.
L'anno scorso il Centro di Epidemiologia e Microbiologia "Gamaleya" ha annunciato la creazione di un vaccino nasale sulla base dello Sputnik V. Il presidente russo Putin ha poi affermato di aver preso il vaccino nasale come dose di richiamo.
L'11 agosto 2020, la Russia è diventata il primo Paese al mondo a registrare un vaccino contro il Covid. Dopodiché il vaccino è stato acquistato da decine di Paesi in tutto il mondo ed è stato utilizzato con successo nelle campagne di vaccinazione contro l'infezione del coronavirus SARS-CoV-2.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала