- Sputnik Italia, 1920
La situazione in Ucraina
La Russia ha lanciato un'operazione speciale in Ucraina il 24 febbraio dopo che le Repubbliche del Donbass hanno chiesto aiuto a causa dei continui attacchi delle forze di Kiev.

Cremlino: attacco ucraino al deposito petrolifero a Belgorod non facilita le trattative con Kiev

© Sputnik . Sergey Guneev / Vai alla galleria fotograficaIl portavoce del Cremlino Dmitry Peskov
Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov - Sputnik Italia, 1920, 01.04.2022
Seguici suTelegram
I dipartimenti militari dovrebbero fornire una valutazione di quanto accaduto venerdì a Belgorod, ma ciò non può essere percepito come la creazione di condizioni favorevoli per il proseguimento dei negoziati sulla situazione in Ucraina, ha affermato il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov.
Il governatore della regione di Belgorod Vyacheslav Gladkov ha riferito dell'incendio ad un impianto petrolifero nel capoluogo. Ha specificato che a provocare il rogo è stato un attacco di due elicotteri ucraini entrati nello spazio aereo russo a bassa quota. Il sindaco di Belgorod e un rappresentante di Rosneft hanno dichiarato che non ci sono state vittime a causa dell'incendio.
Vigili del fuoco russi - Sputnik Italia, 1920, 01.04.2022
La situazione in Ucraina
Russia, elicotteri ucraini attaccano un deposito di petrolio a Belgorod - Foto, Video
"Non spetta a noi, nell'amministrazione del presidente, fornire valutazioni. Questo dovrebbe comunque essere fatto da professionisti. La superiorità della Russia nell'aria nell'operazione è un dato di fatto. Le valutazioni non dovrebbero essere fatte da noi, ma dai nostri dipartimenti militari", ha detto Peskov, rispondendo a una domanda dei giornalisti.
"Senza dubbio non è qualcosa che può essere percepito come una creazione di condizioni favorevoli al proseguimento dei negoziati", ha aggiunto il portavoce del presidente russo.

Operazione militare russa in Ucraina

La mattina del 24 febbraio il presidente Vladimir Putin ha ordinato un'operazione speciale in Ucraina, descrivendola come un passo necessario per intervenire nelle Repubbliche Popolari del Donbass, che stavano affrontando un "genocidio" e le atrocità commesse dal governo nazionalista a Kiev.
Il ministero della Difesa russo ha sottolineato che le forze russe non stanno prendendo di mira le città o le infrastrutture sociali delle guarnigioni militari ucraine, al fine di evitare vittime tra i militari e le loro famiglie che risiedono lì, e ha ordinato di trattare il personale militare delle forze armate ucraine "con rispetto".
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала