- Sputnik Italia, 1920
La situazione in Ucraina
La Russia ha lanciato un'operazione speciale in Ucraina il 24 febbraio dopo che le Repubbliche del Donbass hanno chiesto aiuto a causa dei continui attacchi delle forze di Kiev.

Ucraina, quasi 30 mila rifugiati ottengono la protezione temporanea

© Sputnik . Alexey Kudenko  / Vai alla galleria fotograficaRifugiati ucraini a Mariupol
Rifugiati ucraini a Mariupol - Sputnik Italia, 1920, 31.03.2022
Seguici suTelegram
Alla data di oggi quasi 30.000 rifugiati ucraini hanno ottenuto lo status di protezione temporanea in Spagna e questo numero raggiungerà prossimamente i 70.000, ha affermato il primo ministro spagnolo Pedro Sanchez.

"Il governo spagnolo si impegna ad attrarre tutte le risorse necessarie, come fanno tutti i Paesi europei, per accogliere e integrare i rifugiati ucraini che arrivano nel nostro Paese. In totale, secondo i dati ufficiali, abbiamo quasi 30.000 ucraini che hanno ricevuto lo status di protezione temporanea", ha affermato Sanchez, che giovedì ha visitato un centro di accoglienza per rifugiati ucraini ad Alicante.

Il premier spagnolo ha osservato che a breve questo numero aumenterà, raggiungendo i 70.000.
Stando ai dati pubblicati sul sito web dell'Ufficio dell'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR), più di 4 milioni di persone hanno lasciato l'Ucraina dal 24 febbraio al 29 marzo. Di questi, più di 2,3 milioni di profughi hanno attraversato il confine con la Polonia, oltre 600mila - con la Romania, 387mila - con la Moldova e 365mila - con la Ungheria, oltre 350mila persone sono partite per la Russia.
La Russia ha lanciato un'operazione militare in Ucraina il 24 febbraio. Il presidente Vladimir Putin ha definito il suo obiettivo "la protezione delle persone che sono oggetto di violenze e genocidio da parte del regime di Kiev da otto anni". Per questo motivo, si prevede di effettuare la "smilitarizzazione e de-nazificazione dell'Ucraina", per assicurare alla giustizia tutti i criminali di guerra responsabili di "crimini sanguinari contro i civili" nel Donbass.
Secondo il ministero della Difesa della Federazione Russa, le forze armate colpiscono solo le infrastrutture militari e le truppe ucraine. Con il supporto delle forze armate russe, le milizie delle Repubbliche Popolari di Donetsk e Lugansk sviluppano la loro offensiva, ma nei piani della Russia non figura l'occupazione dell'Ucraina, ha sottolineato il presidente russo.
Il 25 marzo, il ministero della Difesa russo ha comunicato che gli obiettivi principali della prima fase dell'operazione sono stati raggiunti, alla luce della significativa riduzione del potenziale di combattimento dell'Ucraina, mentre l'obiettivo principale è la liberazione del Donbass.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала