Nuove sanzioni USA all'Iran potrebbero minare il negoziato sull'accordo nucleare

© SputnikIran, persone nella piazza di Ray, a sud di Teheran
Iran, persone nella piazza di Ray, a sud di Teheran - Sputnik Italia, 1920, 31.03.2022
Seguici suTelegram
Lo scorso mercoledì gli Stati Uniti hanno annunciato sanzioni contro varie persone e gruppi che accusano di essere coinvolti nel programma di missili balistici iraniani. Il governo degli Stati Uniti sostiene che le sue nuove sanzioni contro l'Iran non hanno lo scopo di incidere sugli sforzi per ripristinare l'accordo nucleare.
Secondo il Dipartimento del Tesoro americano, gli Stati Uniti "non esiteranno a prendere di mira coloro che sostengono il programma di missili balistici dell'Iran". Sebbene sia probabile che la mossa complichi i negoziati in corso con l'Iran, Washington continua a insistere sul "pieno ritorno dell'Iran" alle condizioni dell'accordo nucleare dal quale gli Stati Uniti si sono ritirati unilateralmente con l'amministrazione del presidente Donald Trump nel 2018.
Il dicastero aggiunge che Washington "lavorerà anche con altri partner nella regione per portare l'Iran alla giustizia per le sue azioni", prima di descrivere azioni come i presunti attacchi iraniani a una struttura del Mossad come "violazioni gravi della sovranità dei suoi vicini".
Gli Stati Uniti hanno anche giustificato la misura affermando che gli attacchi yemeniti contro una struttura saudita di Aramco di questo mese erano "autorizzati dall'Iran".
Tuttavia, nonostante le ripetute escalation del regime di sanzioni unilaterali imposto all'Iran da Washington, le esportazioni di petrolio greggio dell'Iran sarebbero aumentate di un sorprendente 40% da agosto.
Il recente suggerimento del capo della politica estera dell'UE Josep Borrell secondo cui una risoluzione dei negoziati potrebbe arrivare "entro pochi giorni" sembra ora sempre più tenue, poiché Borrell ora insiste che questioni come "lo status del Corpo delle guardie della rivoluzione islamica" iraniano (IRGC) stanno impedendo il raggiungimento di un accordo.
Con il governo iraniano che continua a etichettare la classificazione statunitense dell'IRGC come organizzazione terroristica come una "linea rossa", resta da vedere se l'apparente impasse può essere superata.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала