La Polonia sacrifica il benessere dei cittadini alla russofobia, afferma Medvedev

© Sputnik . Alexey Vitvitsky / Vai alla galleria fotograficaMonumento sovietico in Polonia (foto d'archivio)
Monumento sovietico in Polonia (foto d'archivio) - Sputnik Italia, 1920, 31.03.2022
Seguici suTelegram
Le autorità polacche stanno sacrificando il benessere dei cittadini del Paese e i propri interessi economici alla frenetica politica russofoba, anche attraverso la fornitura inversa di gas russo, ha scritto Dmitry Medvedev, vicepresidente del Consiglio di sicurezza della Federazione russa in un articolo per Sputnik Polonia.
"Persino gli interessi economici della Polonia e il benessere dei suoi cittadini sono stati sacrificati a una rabbiosa politica russofoba. Per questo, una delle questioni più spinose per la Polonia sono i progetti per il gas", ha affermato l’ex Primo ministro ed ex Presidente, ora vicepresidente del Consiglio di sicurezza.
Secondo questi, i polacchi sarebbero costantemente spaventati dal fatto che la Russia starebbe per utilizzare l'”arma del gas” approfittando della sfortunata nazione vicina il cui sistema energetico dipende in gran parte dall'acquisto del carburante blu.
“Nel 2020 Varsavia ha importato fino a 10 miliardi di metri cubi di gas russo, ma ora intende abbandonare i contratti. Il volume delle forniture di gas dalla Russia alla Polonia quest'anno è già diminuito del 13% rispetto allo scorso anno. In sostituzione, vengono proposte forniture inverse dello stesso gas russo, ma dalla Germania, nonché importazioni di GNL dal Qatar, dalla Norvegia e dagli Stati Uniti. Il guadagno economico è stato sottomesso a decisioni politiche sbagliate. Per essere il paese europeo non certo più ricco e prospero, questo è significativo", ha aggiunto Medvedev.
Il vicepresidente del Consiglio di Sicurezza ha infine ricordato che anche la Polonia ha adottato una serie di misure contro il progetto Nord Stream 2 preferendo favorire l’espansione delle società americane nell'industria del gas dell'UE.
"Il sogno della Polonia è quello di diventare un hub europeo per la fornitura di gas naturale liquefatto dagli Stati Uniti. È stato costruito ed è in fase di ampliamento un terminale per il ricevimento di GNL a Swinoujscie, ed è prevista la realizzazione di un altro terminale vicino a Danzica, interconnesso con il gas che arriva in Lituania e Slovacchia, il gasdotto polacco-danese-norvegese BalticPipe", - ha spiegato Medvedev.
Medvedev ha detto anche che l'odio per la Russia non può essere un legame e una costante della società polacca, la cooperazione è molto vantaggiosa e non ci sono problemi insolubili tra Mosca e Varsavia, ed è importante che le élite polacche se ne rendano conto.
"Il fuoco dell'odio per il nemico deve essere mantenuto costantemente. Le attuali autorità di Varsavia lo hanno appreso molto tempo fa. Ma in qualsiasi nazione, il diritto di voto finale è ancora dei cittadini. Prima o poi si renderanno conto di essere piuttosto stanchi di tutto questo. Quell'odio per la Russia non può essere un legame, una costante della società polacca. Per altro, in realtà, non ci sono contraddizioni e problemi insolubili nei rapporti tra Russia e Polonia", ha scritto Medvedev nel suo articolo per l'agenzia Sputnik Polonia.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала