Draghi: Mosca e Kiev hanno chiesto a Roma di essere garante sull'Ucraina

© Karwai TangMario Draghi al COP26
Mario Draghi al COP26 - Sputnik Italia, 1920, 31.03.2022
Seguici suTelegram
Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha dichiarato che Mosca e Kiev hanno chiesto che Roma sia uno dei garanti sulla sicurezza e la pace in Ucraina, ha riferito lo stesso.
Draghi ha affermato che è presto determinare il contenuto di queste garanzie, perchè dipenderà dai negoziati tra Russia e Ucraina. Possone essere garanzie che determineranno le condizioni dei negoziati: la pace, il tipo di neutralità che dovrà mantenere l'ucraina, lo status delle regioni del Donbass, le leggi che dovranno confermae questo status. È positivo che sia la Russia che l'Ucraina abbiano chiesto all'Italia di essere garante, ha affermato il presidente del Consiglio.
Secondo quanto afferma Draghi, la proposta è arrivata dal Cremlino ieri.
Conferenza stampa del Presidente Draghi - Sputnik Italia, 1920, 31.03.2022
Ucraina, Draghi: "Putin ha detto che le condizioni per un cessate il fuoco non sono mature"
La Russia ha lanciato un'operazione militare in Ucraina il 24 febbraio. Il presidente Vladimir Putin ha definito il suo obiettivo "la protezione delle persone che sono state oggetto di violenze e genocidio dal regime di Kiev per otto anni". Per questo motivo si prevede di effettuare la "smilitarizzazione e denazificazione dell'Ucraina", per assicurare alla giustizia tutti i criminali di guerra responsabili di "crimini sanguinari contro i civili" nel Donbass.
Secondo il Ministero della Difesa della Federazione Russa, le forze armate colpiscono solo le infrastrutture militari e le truppe ucraine. Con il supporto delle forze armate russe, le milizie delle Repubbliche Popolari di Donetsk e Lugansk sviluppano la loro offensiva, ma nei piani della Russia non figura l'occupazione dell'Ucraina, ha sottolineato il presidente russo.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала