Draghi: le forniture di gas russo sono "fuori pericolo"

© AP Photo / Bela SzandelszkyGas
Gas - Sputnik Italia, 1920, 31.03.2022
Seguici suTelegram
Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, ritiene che le forniture di gas russo in Europa, e quindi in Italia, in parte dopo la decisione di ricevere i pagamenti in rubli, sono "fuori pericolo".
Draghi ritiene che le forniture non siano in pericolo e lo riferisce rispondendo ad una domanda del corrispondente di RIA Novosti, che gli ha chiesto se, durante il colloquio col presidente russo Vladimir Putin, avesse avuto l'impressione che la Russia abbia intenzione di continuare a rifornire gas anche dopo la decisione di accettare i pagamenti solo in rubli.
Durante la conferenza con i giornalisti stranieri, Draghi ha fatto notare che i pagamenti del gas russo in rubli sono una questione impossibile.
È inaccettabile, poichè nei contratti si parlava di pagamenti in euro e dollari. I prezzi dei beni contrattati in tutto il mondo, gas, materie prime, petrolio, grano, erano sempre espressi in dollari, e poi in euro. Cambiare la valuta di base non è facile: gli stessi europei ci stavano pensando da tempo, cercando di rivedere i contratti in dollari. Non funziona, perchè tutti gli scambi avvengono in una sola valuta, ha riferito Draghi, sottolineando che è tecnicamente impossibile pagare in rubli.
Il gasdotto Yamal-Europa in Polonia - Sputnik Italia, 1920, 30.03.2022
Il gasdotto russo Yamal-Europa azzera i rifornimenti di gas, riporta Reuters
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала