Cina: restrizioni sui visti ad alcuni funzionari statunitensi come misura di ritorsione

© AP Photo / Andy WongL'edificio del ministero degli Esteri della Cina a Pechino
L'edificio del ministero degli Esteri della Cina a Pechino - Sputnik Italia, 1920, 31.03.2022
Seguici suTelegram
La Cina ha deciso di imporre restrizioni sui visti contro un certo numero di funzionari statunitensi, come misura di ritorsione, ha dichiarato giovedì il portavoce del ministero degli Esteri cinese Wang Wenbin.

"Al fine di proteggere i diritti e gli interessi legittimi dei cittadini cinesi, la Cina ha deciso di imporre restrizioni amministrative ai funzionari statunitensi che diffondono bugie sulla questione dei diritti umani e che danneggiano gli interessi della Cina", ha dichiarato oggi il portavoce del ministero degli Esteri cinese Wang nel corso di un briefing, senza pero' chiarire a chi queste restrizioni saranno esattamente applicate.

La scorsa settimana Washington ha imposto restrizioni sui visti ad alcuni funzionari cinesi presumibilmente coinvolti in violazioni dei diritti umani. Pechino si è impegnata a rispondere allo stesso modo.
Il portavoce del ministero degli Esteri cinese Wang Wenbin ha affermato che la situazione dei diritti umani in Cina è ai massimi livelli della sua storia, e ha esortato gli Stati Uniti a smettere di diffamare e di esercitare pressioni sulla Cina.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала