Prezzi del gas in aumento: si avvicinano ai $1.400 per mille metri cubi

© Sputnik . Sergey SubbotinIndustria di depurazione del gas - Repubblica dei Komi
Industria di depurazione del gas - Repubblica dei Komi - Sputnik Italia, 1920, 30.03.2022
Seguici suTelegram
Nella giornata di oggi, i costi dei futures sul gas in Europa sono aumentati in maniera considerevole e si mantengono vicino a quota 1.400 dollari per mille metri cubi, lo si apprende dai dati della borsa ICE di Londra.
Il costo dei futures di aprile, secondo l'indice dell'hub europeo più liquido TTF, all'apertura delle contrattazioni ha superato di poco i 1.250 dollari per mille metri cubi. Le quotazioni sono poi scese a 1.243: è il prezzo più basso della sessione, dello 0,8% superiore al prezzo di regolazione di martedì (1.232,7 dollari). In seguito, le quotazioni hanno accelerato la crescita al 14,4%, toccando il massimo della giornata, 1411,7 dollari per mille metri cubi, e negli ultimi minuti i futures oscillano tra i 1.375 e i 1.390 dollari.
Il costo del gas sul mercato europeo è caratterizzato da una forte volatilità dalla fine di febbraio.
La volatilità è andata aumentando dopo che, il 21 febbraio, Vladimir Putin ha firmato dei decreti che riconoscono la sovranità delle Repubbliche Popolari di Donetsk e Lugansk, oltre al lancio, il 24 febbraio, di un'operazione militare speciale della Russia in Ucraina.
All'inizio di marzo, a causa dei timori circa un possibile divieto di acquisto delle risorse energetiche russe in Europa, i prezzi del gas hanno aggiornato per quattro giorni consecutivi i massimi storici, per poi scendere di circa un terzo a metà mese.

L'aumento significativo dei prezzi del gas in Europa era però già iniziato la scorsa primavera, quando il prezzo spot medio sull'indice hub TTF oscillava tra i 250 e 300 dollari per mille metri cubi.

Alla fine dell'estate, il valore di un contratto con formula di consegna il "giorno prima" superava i 600 dollari, mentre, all'inizio di ottobre, era già di 1.000.
Il prezzo massimo è stato raggiunto il 7 marzo di quest'anno, quando si è arrivati a 3.892 dollari.
Gli esperti hanno attribuito l'aumento dei prezzi a diversi fattori.
Tra questi, l'elevata domanda di gas naturale liquefatto (GNL) in Asia, oltre agli approvvigionamenti limitati da parte dei principali fornitori e i bassi livelli di occupazione dei depositi sotterranei europei, dopo il lungo e freddo inverno e la calda estate del 2021.
Nell'intera storia degli hub del gas in Europa era dal 1996 che non si vedevano prezzi così costantemente elevati.
Il gas naturale liquefatto negli Stati Uniti - Sputnik Italia, 1920, 28.03.2022
I paesi G7 rifiutano di pagare il gas russo in rubli
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала