Le raffinerie indiane effettuano acquisti di petrolio russo nonostante l'avvertimento degli USA

© AP PhotoRaffineria di petrolio in India
Raffineria di petrolio in India - Sputnik Italia, 1920, 30.03.2022
Seguici suTelegram
La compagnia petrolifera statale indiana ha aumentato l'acquisto di petrolio russo Ural, poiché Mosca lo offre a un prezzo scontato, a seguito delle sanzioni occidentali. Gli Stati Uniti e i loro alleati hanno imposto sanzioni alla Russia in risposta all'operazione militare in Ucraina.
L'indiana ONGC Videsh Ltd. (OVL), con una partecipazione del 20% nel progetto Sakhalin-1, ha venduto petrolio greggio alle raffinerie statali Hindustan Petroleum Corp (HPCL) e Bharat Petroleum Corp (BPCL) in una nuova gara d'appalto emessa dalla società la scorsa settimana.
Questa è la prima volta che HPCL e BPCL acquistano greggio Sokol dalla Russia. Fonti a Nuova Delhi hanno riferito a Sputnik che le aziende si sono assicurate il carico a un prezzo scontato. Il pagamento sarà effettuato in rupie indiane all'OVL.
La Indian Oil Corporation Ltd. (IOCL), la più grande raffineria del Paese, ha acquistato sei milioni di barili di petrolio Ural russo solo nel mese di marzo. Mosca ha offerto uno sconto di circa il 30% rispetto ai prezzi internazionali.
Fonti del settore hanno anche detto a Sputnik che Nayara Energy, la seconda raffineria del Paese, ha ordinato l'acquisto di 1,8 milioni di barili di greggio russo. La cui consegna sarà prevista per maggio di quest'anno.

L'India ha chiarito alle nazioni occidentali che "i paesi con autosufficienza petrolifera o quelli che importano dalla Russia non possono sostenere in modo credibile un commercio restrittivo".

"L'India deve continuare a concentrarsi sulla fonte energetica competitiva", ha comunicato il governo indiano la scorsa settimana.

Il sistema rupia-rublo sviluppato durante la visita di Lavrov

Fonti hanno anche riferito a Sputnik che una discussione dettagliata tra i due Paesi, relativa a un meccanismo di pagamento in rupia-rublo, si sarebbe svolta durante la visita del ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov a Nuova Delhi alla fine di questa settimana.
Il sistema rublo-rupia aumenterà i legami energetici tra i due Paesi, poiché la Russia potrebbe iniziare a offrire carbone termico per la produzione di acciaio a tariffe scontate.
La Reserve Bank of India ha incontrato tre banche russe - Sberbank, VTB e Gazprom Bank - e questa settimana si terranno altri incontri di questo tipo con i funzionari di queste banche.
Le sanzioni occidentali contro la Russia per la sua operazione militare speciale per smilitarizzare e "de-nazificare" l'Ucraina hanno colpito le vendite di energia russe, provocando forti sconti agli acquirenti di energia, come Cina e India, che non stanno seguendo le sanzioni unilaterali.
India e Cina hanno chiesto la fine delle violenze in Ucraina e hanno esortato a risolvere diplomaticamente la questione ucraina.
L'amministrazione Biden ha dichiarato il 14 marzo che Nuova Delhi non avrebbe violato le sanzioni statunitensi acquistando petrolio russo scontato, ma ha avvertito che "il sostegno alla leadership russa equivale al sostegno ad un'invasione che ovviamente sta avendo un impatto devastante".
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала