- Sputnik Italia, 1920
La situazione in Ucraina
La Russia ha lanciato un'operazione speciale in Ucraina il 24 febbraio dopo che le Repubbliche del Donbass hanno chiesto aiuto a causa dei continui attacchi delle forze di Kiev.

Ministero Difesa russo: raggiunti gli obiettivi principali della prima fase dell'operazione speciale

© Sputnik . Evgeny Biyatov / Vai alla galleria fotograficaIl ministro della Difesa russo Sergey Shoigu
Il ministro della Difesa russo Sergey Shoigu  - Sputnik Italia, 1920, 29.03.2022
Seguici suTelegram
Per il ministro della Difesa russo Shoigu, l'obiettivo della Russia di concentrarsi sulla liberazione del Donbass in questa prima fase dell'operazione militare speciale in Ucraina è stato raggiunto.
Il 24 febbraio scorso il presidente Vladimir Putin ha ordinato di lanciare un'operazione speciale che descrive i suoi obiettivi chiave come la smilitarizzazione e la de-nazificazione dell'Ucraina.
L'operazione è stata sollecitata dalla richiesta fatta da parte delle Repubbliche Popolari di Donetsk e Lugansk (DPR e LPR) di difenderle dagli attacchi in atto da parte delle forze di Kiev.
Il ministro della Difesa russo, Sergey Shoigu, ha dichiarato che la Russia ha portato a termine i principali obiettivi della prima fase dell'operazione militare speciale, attualmente in corso in Ucraina.
Il ministro ha poi aggiunto che l'esercito ucraino ha subito danni significativi, l'aviazione e il sistema di difesa aerea sono andati quasi interamente distrutti e le forze navali ucraine "hanno cessato di esistere".

"Le forze armate ucraine hanno subito danni significativi. (...) La supremazia dello spazio aereo è stata conquistata. L'aviazione e il sistema di difesa aerea sono stati praticamente distrutti", ha affermato martedì il ministro della Difesa in teleconferenza.

Shoigu riporta dato per dato che "su 152 aerei che erano nella composizione di combattimento delle truppe ucraine prima dell'inizio dell'operazione, 123 sono stati distrutti, su 149 elicotteri - 77, su 180 sistemi di difesa aerea a lungo e medio raggio - 152".
"Le forze navali del Paese hanno cessato di esistere. Perdite significative sono state subite da tutte le formazioni delle forze d'assalto di terra e aeree", ha concluso il ministro.
Intanto, sono in corso in queste ore le trattative tra le parti ad Istanbul, Turchia.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала