Il ministero degli Esteri russo espelle diplomatici dei paesi baltici per reciprocità

© Sputnik . Maksim Blinov / Vai alla galleria fotograficaLa sede del ministero degli Esteri della Russia
La sede del ministero degli Esteri della Russia - Sputnik Italia, 1920, 29.03.2022
Seguici suTelegram
Il ministero degli Esteri russo ha annunciato a Lituania, Lettonia ed Estonia l'espulsione di alcuni dei loro diplomatici per principio di reciprocità.
Il ministero degli Esteri russo, in risposta all'espulsione dei propri diplomatici, ha sospeso l'accreditamento di dieci rappresentanti dei paesi baltici.

"Sulla base del principio di reciprocità, è stato annunciata la sospensione dell'accreditamento di quattro dipendenti dell'Ambasciata lituana, tre dell'Ambasciata lettone, nonché tre rappresentanti dell'Ambasciata estone e dell'ufficio di Pskov del Consolato generale estone a San Pietroburgo", hanno riferito a Sputnik dal dicastero russo.

Mosca ha espresso ai capi delle missioni diplomatiche di questi paesi "una forte protesta in relazione ad azioni ingiustificate".
Il 18 marzo scorso Lettonia ed Estonia hanno espulso ciascuna tre dipendenti dell'ambasciata russa e la Lituania quattro, con l'accusa di attività "contrarie allo status diplomatico" e di "compromissione della sicurezza" dei paesi in cui lavoravano.
Nella giornata di ieri, 45 dipendenti della missione diplomatica russa in Polonia hanno lasciato il paese su richiesta di Varsavia. Il ministero degli Esteri della Macedonia del Nord aveva analogamente dichiarato cinque diplomatici russi persone non gradite, invitandole a lasciare il Paese.
Il ministero degli Esteri russo a Mosca - Sputnik Italia, 1920, 23.03.2022
Mosca risponderà alle espulsioni dei diplomatici russi da Paesi baltici, Polonia e Bulgaria
La Russia, di regola, risponde a tali azioni in modo simmetrico.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала