Belgio e Paesi Bassi espellono diplomatici russi

CC BY 2.0 / Francisco Osorio / Bandiera del Belgio
Bandiera del Belgio - Sputnik Italia, 1920, 29.03.2022
Seguici suTelegram
In precedenza diversi Paesi europei avevano dichiarato persone non gradite alcuni diplomatici russi, provocando una dura risposta da parte di Mosca.
Il ministro degli Esteri olandese Wopke Hoekstra ha annunciato oggi che il Paese espelle 17 diplomatici russi. Secondo le autorità olandesi, l'ambasciatore russo all'Aja è stato convocato al ministero degli Esteri e informato della decisione.
"La ragione di questa decisione sono le informazioni dell'AIVD e del MIVD che mostrano che i soggetti in questione, accreditati come diplomatici presso l'Ambasciata russa nei Paesi Bassi, sono attivi ufficiali dell'intelligence", ha affermato il ministero.
Secondo il ministro, i diplomatici espulsi "rappresentano una minaccia alla sicurezza" per i Paesi Bassi. Wopke ha osservato che è prevista una risposta da Mosca.
"L'esperienza mostra che la Russia non lascia tali misure senza risposta. Non possiamo fare ipotesi, ma il ministero degli Esteri è pronto a vari scenari che potrebbero verificarsi nel prossimo futuro", ha affermato in una nota il ministro degli Esteri olandese.
Allo stesso tempo il Belgio ha inoltre annunciato l'espulsione di 21 diplomatici russi, hanno riferito i media belgi, citando il ministro degli Esteri Sophie Wilmes.
E più di recente anche la Repubblica Ceca ha dichiarato "persona non grata" un diplomatico dell'Ambasciata russa a Praga.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала