I paesi G7 rifiutano di pagare il gas russo in rubli

© AP Photo / Steven SenneIl gas naturale liquefatto negli Stati Uniti
Il gas naturale liquefatto negli Stati Uniti - Sputnik Italia, 1920, 28.03.2022
Seguici suTelegram
I paesi del G7 si rifiutano di pagare le risorse energetiche in rubli - Ministro dell'Economia tedesco.
Il ministro dell'Economia tedesco Robert Habeck ha affermato che i paesi del G7 rifiutano la richiesta della Russia di pagare le risorse energetiche in rubli.
Habeck ha detto alla stampa che i ministri dell'Economia dei paesi del G7 hanno discusso l'obbligo della Federazione Russa di pagare le forniture di gas in rubli.
"Tutti i ministri del G7 sono stati unanimi sul fatto che si tratta di una violazione unilaterale dei contratti. Hanno sottolineato che i contratti conclusi sono validi, le imprese impegnate rimarranno fedeli agli accordi. Ciò significa che il pagamento in rubli è inaccettabile e le imprese interessate sono esortate a non seguire i requisiti (del presidente della Federazione Russa Vladimir Putin). Il tentativo di Putin di dividerci è ovvio, ma vediamo grande unità e determinazione: non ci lasceremo dividere e la nostra risposta è chiara: i contratti saranno rispettati (le consegne saranno pagate nella valuta concordata dagli accordi)", ha detto Habeck.
Il 23 marzo il presidente russo Vladimir Putin ha dichiarato che la Russia trasferirà in rubli i pagamenti per le forniture di gas ai paesi ostili e che non ha senso fornire merci russe all'UE e agli Stati Uniti e ricevere il pagamento nella loro valuta. Putin ha incaricato la Banca centrale e il Consiglio dei ministri di determinare la procedura per le transazioni con l'Europa in rubli entro una settimana. Allo stesso tempo, ha affermato che la Russia continuerà a fornire gas nei volumi ed ai prezzi fissati nei contratti precedenti.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала