Gas, in Europa e in Italia le riserve continuano a calare

© Sputnik . Pavel Lvov / Vai alla galleria fotograficaUn impianto di lavorazione del gas naturale in Russia
Un impianto di lavorazione del gas naturale in Russia - Sputnik Italia, 1920, 28.03.2022
Seguici suTelegram
Secondo i dati forniti dalla Gas Infrastructure Europe (GIE), sia in Italia che in Europa, le riserve di gas negli impianti europei sono diminuite rispetto agli anni precedenti.
Al 26 marzo, data dell'ultimo aggiornamento dei dati di GIE, le riserve di gas negli impianti di stoccaggio europei erano piene al 25,9%.
La quantità totale di "combustibile blu" ammontava ad un livello di 288,4 terawattora, ovvero circa 29 miliardi di metri cubi.
Un anno prima, le riserve ammontavano a quasi il 30% mentre, alla stessa data nel 2020, a circa il 55%, nel 2019, circa al 41%, nel 2018, circa al 19% e, nel 2017, quasi al 26%.
In Italia, sempre al 26 marzo, le riserve di gas erano piene circa per il 30.5%, registrando una diminuzione del -0.21% rispetto alla giornata precedente.
La quantità di gas italiano del 26 marzo era equiparabile ad un totale di 60,3 terawattora, circa 12 miliardi di metri cubi.
Esattamente un anno prima, l'Italia poteva contare su riserve piene per circa il 36%.
Il 26 marzo 2020, invece, le riserve erano pari al 38%.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала