Turchia, riprende il traffico navale nello stretto del Bosforo

© Sputnik . Anton DenisovIstanbul, veduta del Bosforo
Istanbul, veduta del Bosforo - Sputnik Italia, 1920, 26.03.2022
Seguici suTelegram
"Lo stretto del Bosforo, chiuso in seguito al ritrovamento di un oggetto simile a una mina, è stato riaperto alla navigazione", ha comunicato il Direttorato per la sicurezza costiera della Turchia.
In precedenza, il quotidiano turco Star aveva riportato la notizia di un oggetto simile a una mina avvistato vicino all'ingresso del Bosforo. Il ministero della Difesa turco aveva prontamente annunciato misure per neutralizzare l'oggetto, chiudendo lo stretto al traffico marittimo.
Una volta concluse le operazioni, l'agenzia per la sicurezza costiera turca ha annunciato la riapertura dello stretto del Bosforo su Twitter.
Il ministro della Difesa nazionale turco Hulusi Akar ha affermato che l'oggetto trovato nel Bosforo sabato mattina era una mina obsoleta.
Il ponte sullo stretto del Bosforo Yavuz Sultan Selim - Sputnik Italia, 1920, 26.03.2022
Turchia, trovato oggetto simile a mina nel Bosforo: neutralizzato
Precedentemente, l'FSB aveva comunicato che l'esercito ucraino, dopo l'inizio dell'operazione speciale della Russia, avesse piazzato circa 420 mine nelle vie di accesso ai porti di Odessa, Ochakov, Chernomorsk e Yuzhnoe.
A causa delle correnti marine, i servizi di sicurezza russi non avevano escluso l'eventualità di vedere le mine installate dagli ucraini alla deriva nel Bosforo e nel bacino del mediterraneo.
Come riportato dal quotidiano Hürriyet, la Marina turca, a seguito del rapporto dell'FSB, ha chiesto alle navi di segnalare e tracciare eventuali mine alla deriva.
A sua volta, il presidente turco Tayyip Erdogan ha affermato che il ministero della Difesa starebbe adottando le misure necessarie in relazione alle informazioni sulle mine alla deriva nel Mar Nero.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала