Liz Truss definisce le condizioni per la revoca delle sanzioni alla Russia

© AP PhotoIl ministro degli Esteri britannico Liz Truss
Il ministro degli  Esteri britannico Liz Truss - Sputnik Italia, 1920, 26.03.2022
Seguici suTelegram
Il capo del ministero degli esteri britannico ha definito le condizioni per la revoca delle sanzioni contro la Russia.
Un cessate il fuoco e il ritiro delle truppe dall'Ucraina sono condizioni chiave per la revoca delle sanzioni contro la Russia, ha affermato il ministro degli Esteri britannico Liz Truss in un'intervista al quotidiano Telegraph.
"Queste sanzioni dovrebbero essere revocate solo con un cessate il fuoco completo e il ritiro delle truppe, nonché con l'obbligo a non compiere nessuna ulteriore aggressione. Inoltre, esiste la possibilità di applicare sanzioni in caso di ulteriori aggressioni in futuro. Si tratta di un vera leva che, penso che possa essere utilizzata e non è stata utilizzata nel 2014 ", ha detto la Truss.
Allo stesso tempo, il capo della diplomazia britannica ha sottolineato che al momento è necessario "raddoppiare le sanzioni e raddoppiare la quantità di armi fornite all'Ucraina".
A suo avviso, il proseguimento, e in alcuni casi l'escalation delle attuali tattiche utilizzate da Ucraina e Occidente, potrebbero portare il presidente russo Vladimir Putin al tavolo dei negoziati.
"Quando arriverà il momento dei negoziati, voglio che il Regno Unito svolga un ruolo chiave nel garantire il sostegno dell'Ucraina per un accordo efficace", ha affermato Truss.
Secondo lei, in Gran Bretagna è stata creata un'unità di negoziazione specializzata per fornire supporto all'Ucraina.
Ad oggi, oltre un migliaio di cittadini e imprese russi sono soggetti a sanzioni britanniche.
La Russia ha lanciato un'operazione militare in Ucraina il 24 febbraio. Il presidente Vladimir Putin ha definito l'obiettivo dell'operazione "la protezione delle persone che sono state oggetto di bullismo e genocidio dal regime di Kiev per otto anni". Per questo, secondo lui, si prevede di effettuare "smilitarizzazione e denazificazione dell'Ucraina", per assicurare alla giustizia tutti i criminali di guerra responsabili di "crimini sanguinari contro i civili" nel Donbass.
Il ministero della Difesa russo ha sottolineato che le forze armate colpiscono solo le infrastrutture militari e le truppe ucraine.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала