UE-USA, raggiunto l'accordo sul trasferimento dei dati personali

© flickr.com / Yuri SamoilovPrivacy dei dati personali
Privacy dei dati personali - Sputnik Italia, 1920, 25.03.2022
Seguici suTelegram
L'Unione Europea e gli Stati Uniti hanno raggiunto un accordo di principio sul trasferimento dei dati personali, ha annunciato la Commissione Europea in una nota a seguito della visita del presidente degli Stati Uniti Joe Biden a Bruxelles.
L'UE aveva espresso la preoccupazione che i dati personali degli utenti europei dei social media finissero negli Stati Uniti e fossero archiviati sui server nel Paese, nonostante le norme americane per garantire la sicurezza di tali informazioni non rispettino le rigide normative europee.

"Il nuovo quadro segna un impegno senza precedenti da parte degli Stati Uniti per attuare riforme che rafforzeranno la protezione della privacy e delle libertà nel contesto delle attività di intelligence elettronica statunitensi", afferma il documento.

Il commissario europeo per la Giustizia Didier Reynders ha annunciato che il documento sarà perfezionato per l'approvazione finale.
In precedenza, la Corte di giustizia dell'Unione Europea in Lussemburgo aveva dichiarato non valido il meccanismo per il trasferimento dei dati personali tra l'UE e gli Stati Uniti.
In tal modo il tribunale ha reagito alla causa del cittadino austriaco Maximilian Schrems, un utente di Facebook che si oppone al trasferimento dei suoi dati personali negli Stati Uniti.
I suoi dati, come quelli di altri utenti, venivano completamente o parzialmente trasferiti dall'Irlanda, dove si trova la sede europea di Facebook, ai server negli Stati Uniti per ulteriori trattamenti. Questa causa era stata precedentemente respinta sulla base della decisione della Commissione Europea secondo cui gli Stati Uniti garantiscono una protezione sufficiente per i dati personali.
Nel 2016 è entrato in vigore un accordo tra Unione Europea e Stati Uniti denominato Privacy Shield che prevedeva per le aziende obblighi rigidi in materia di trattamento dei dati personali. Migliaia di aziende hanno aderito a questo meccanismo.
Tuttavia, come ha stabilito la Corte di giustizia dell'UE, questo meccanismo "non è valido". La corte ha spiegato che il livello di protezione dei dati nel loro trasferimento deve essere conforme ai requisiti dell'Unione Europea.
Allo stesso tempo, la corte ha lasciato valido un altro meccanismo per lo scambio di dati tra società europee e partner internazionali sulla base di obblighi contrattuali bilaterali, nel rispetto delle normative UE sulla protezione dei dati.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала