Corea del Nord testa con successo missile balistico intercontinentale Hwasong-17 - media Pyongyang

© Foto : PixabayPyongyang monumento
Pyongyang monumento - Sputnik Italia, 1920, 25.03.2022
Seguici suTelegram
Il test, condotto ieri, giovedì 24 marzo, non era passato inosservato alle forze armate di Giappone e Corea del Sud, che con preoccupazione guardano al ritorno ai test a lungo raggio da parte della Corea del Nord, paese dotato di armi nucleari, che solo quest'anno ha già condotto 11 test.
Il leader nordcoreano Kim Jong-un ha osservato personalmente il lancio di prova del "nuovo tipo" di missile balistico intercontinentale del Paese, ha riferito l'agenzia di stampa statale KCNA venerdì.
"Il lancio di prova del nuovo tipo di missile balistico intercontinentale Hwasongpho-17 delle forze strategiche della RPDC è stato condotto il 24 marzo [...] sotto la guida diretta di Kim Jong-un", afferma il rapporto.
Secondo l'agenzia di stampa, il missile, lanciato dall'aeroporto internazionale di Pyongyang, è salito a un'altitudine massima di 6.248,5 chilometri e ha volato per una distanza di 1.090 chilometri per 4.052 secondi (67 minuti) prima di colpire un bersaglio prefissato nelle acque aperte del mare del Giappone.
Lo Hwasong-17 è un grande missile balistico intercontinentale dimostrato per la prima volta nell'ottobre 2020 durante una parata militare. Secondo quanto riferito, non era mai stato completamente testato. L'esercito sudcoreano ha stimato che la gettata potenziale del lancio di giovedì fosse di 6.200 chilometri, confermando l'affermazione della RPDC, indicando che i risultati del test rivelano numeri più alti rispetto all'ultimo test ICBM della Corea del Nord nell'ottobre 2017.
Secondo KCNA, il leader nordcoreano ha dichiarato che la nuova arma "avrebbe svolto in modo credibile la sua missione e il suo dovere di potente deterrente per la guerra nucleare".
Secondo quanto riferito, Kim "ha affermato con orgoglio che l'emergere della nuova arma strategica della RPDC renderebbe il mondo intero chiaramente ancora più consapevole del potere delle nostre forze armate strategiche".
Il leader della Corea del Nord ha anche affermato che "dobbiamo chiarire che chiunque tenti di violare la sicurezza del nostro paese pagherà inevitabilmente un prezzo terribile".
Kim "ha affermato che le forze armate strategiche della Repubblica Democratica Popolare di Corea sono completamente pronte a bloccare e scoraggiare qualsiasi pericolosa intenzione militare degli imperialisti americani", ha affermato l'agenzia citando il suo leader.
I test di missili a lungo raggio e nucleari erano stati interrotti dopo che Kim aveva incontrato l'allora presidente degli Stati Uniti Donald Trump per una sessione diplomatica fallita nel 2019. All'inizio di quest'anno, la Corea del Nord ha avvertito che avrebbe potuto porre fine alla moratoria autoimposta sui test a lungo raggio e nucleari, tra le crescenti affermazioni da parte degli Stati Uniti e della Corea del Sud, secondo cui Pyongyang avrebbe presto lanciato un missile balistico intercontinentale a piena distanza.
Secondo i rapporti, la RPDC avrebbe testato in tutto tre missili balistici intercontinentali, il più recente prima di questo di ieri nel novembre 2017, che è stato valutato sufficientemente potente da poter teoricamente raggiungere gli Stati Uniti continentali.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала