Tesoro vichingo scoperto in Danimarca: centinaia di monete d’argento in ottime condizioni

© Depositphotos / NejronVichinghi su una nave
Vichinghi su una nave - Sputnik Italia, 1920, 24.03.2022
Seguici suTelegram
Un sensazionale ritrovamento consistente in centinaia di monete d'argento in ottime condizioni potrebbe ridisegnare la geografia del potere dell'età vichinga, gettando una nuova luce sulla storia del Medioevo.
Un tesoro d'argento dell'era vichinga è stato trovato vicino a Rødding, nel sud della Danimarca, nella penisola dello Jutland.
Secondo l'ispettore Terkel Brannet del Museo Archeologico di Salling, il ritrovamento, realizzato dal club di metal detector ‘Guldhornene’ (‘Le corna d’orao’) di Vestsalling, è molto speciale.
"Per la nostra zona, è qualcosa di assolutamente mai visto prima e molto speciale", ha detto Terkel Brannet a TV2. Secondo Brannet, questo sarebbe il ritrovamento più grande del suo genere.
Il tesoro comprende 214 monete d'argento coniate a Hedeby, che era un insediamento commerciale chiave durante l'era vichinga, ora parte della Germania, intorno all'anno 980. Il ritrovamento comprende anche due monete d'argento tedesche e due inglesi, 30 frammenti di monete d'argento arabe, oltre a quattro frammenti di gioielli in argento e tre lingotti d'argento.
Oltre ad essere un importante pezzo di storia, il tesoro è anche estremamente ben conservato.
“Le monete erano così luccicanti che non potevo fotografarle. È insolito ", ha detto Brannet.
L'ispettore del museo ha spiegato che le monete d'argento sono tipicamente grigie quando vengono rinvenute per la prima volta dopo tanto tempo, poiché tendono a ossidarsi nel corso degli anni. Le eccellenti condizioni delle monete implicano che il tesoro sia stato nascosto sotto terra per tutti questi anni, stima.
Secondo Brannet, la scoperta è importante a livello nazionale.
“Il ritrovamento aiuta a ridisegnare la geografia del potere. Forse la scoperta può aiutare a chiarire quale ruolo esatto svolgesse l’insediamento di Salling a quei tempi", ha azzardato Brannet.
Il ritrovamento, del tutto fortuito, è stato inizialmente effettuato a gennaio e il tesoro è stato scavato per intero solo a metà marzo. Tutto è iniziato quando un contadino, arando in profondità il proprio terreno, si è imbattuto in questa ghiotta sorpresa.
Per le dimensioni e l'importanza del reperto, le monete saranno trasferite al Museo Nazionale.
Durante l'era vichinga (793-1066), guerrieri norreni, originari della Scandinavia, dello Jutland e della Germania settentrionale, a bordo di imbarcazioni dette drakkar intrapresero incursioni, conquiste e missioni commerciali ad ampio raggio in tutta Europa e oltre, raggiungendo il Nord Africa e il Medio Oriente. Tra le altre cose, si stabilirono in Islanda, Irlanda, isole britanniche, in alcune parti della regione mediterranea e raggiunsero persino il Nord America.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала