Prezzi del Gas, il governatore della Banca d'Italia Ignazio Visco lancia l'allarme

CC BY-SA 2.0 / Michael Wuertenberg / World Economic Forum / Il governatore della Banca d'Italia, Ignazio Visco
Il governatore della Banca d'Italia, Ignazio Visco - Sputnik Italia, 1920, 24.03.2022
Seguici suTelegram
Per il governatore della Banca d'Italia Ignazio Visco le industrie andranno in seria difficoltà. Questo in sostanza il monito lanciato dal governatore al forum Bloomberg sull'economia italiana, dopo la conferma avutasi ieri che il prezzo del gas rimarrà a quota 100 euro per megawattora nel corso di tutto il 2022.
La situazione dei mercati è come minimo "incerta", stando a quanto dichiarato dal presidente della Banca d'Italia Ignazio Visco, intervenuto in occasione del forum di Bloomberg sull'economia italiana, con attenzione particolare all'industria, come traspare dalle sue stesse dichiarazioni citate da Fanpage:
"Con il costo del gas saliti 10 volte in due anni c'è un grande stress sulle industrie, che non possono sopravvivere andando avanti così".
L'allarme è lanciato dopo che ieri la stessa autorità per l'energia Arera ha confermato che il prezzo del gas rimarrà a quota 100 euro per megawattora per tutto quest'anno.
Con i continui rimbalzi sul mercato, e una situazione che appare davvero "incerta", lo stesso direttore sottolinea che "rispondere ad una tale difficoltà non è responsabilità delle politiche monetarie", vale a dire, parafrasando che non è colpa della Banca centrale europea.
Il rublo russo - Sputnik Italia, 1920, 23.03.2022
Putin: tutti i pagamenti sul gas tra la Russia e l'UE saranno effettuati in rubli
Crea l'incertezza dei mercati, secondo Visco, soprattutto il tasso di inflazione legato all'andamento dei prezzi del settore energetico, prezzi che erano già in fase crescente prima dell'apertura della crisi in corso in Ucraina.
"Se la politica fiscale riesce a raffreddare il passaggio dei prezzi al consumatore finale e se la guerra non dura molto potremo non avere una stagnazione o una stagflazione", riferisce Visco, citato da Fanpage.
La Bce intanto corre ai ripari, per quanto possibile, imponendo una normalizzazione progressiva della politica monetaria, con riserva.
Questa la conclusione sul tema di Visco, riportata ancora una volta da Fanpage:
"Ora tutte le opzioni di politica monetaria sono aperte: riteniamo di ridurre i nostri acquisti netti di titoli e poi di concluderli, ma vogliamo mantenere condizioni di finanziamento favorevoli. Tuttavia in un mondo normale non ci sarebbero più tassi negativi".
Un dato interessante: i prezzi del gas sono cresciuti in Europa, riporta lo stesso Visco, di 8-10 volte, a fronte di una crescita negli Stati Uniti, di solo 2 volte, con un effetto "shock" tra domanda ed offerta, e rischio di ulteriori speculazioni e caosi sui mercati.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала