Portavoce ministero Esteri cinese dura con Usa: scusarsi per Jugoslavia prima di parlare di moralità

© AP Photo / Ng Han GuanPortavoce del ministero degli Esteri cinese Hua Chunying
Portavoce del ministero degli Esteri cinese Hua Chunying - Sputnik Italia, 1920, 24.03.2022
Seguici suTelegram
Gli Stati Uniti e la Nato non sono nella posizione di giudicare la moralità di nessun Paese fino a quando non si scusano per il danno fatto ad altri stati, inclusa la Jugoslavia 23 anni fa, ha dichiarato oggi la portavoce del ministero degli Esteri cinese Hua Chunying.
"Ventitré anni fa, il 24 marzo 1999, la NATO ha attaccato l'ex Jugoslavia, sparando circa 2.300 missili, 14mila granate, incluse bombe a grappolo e all'uranio impoverito", ha twittato la diplomatica cinese.
Più di 2mila civili sono rimasti uccisi, migliaia sono stati i feriti e più di 200.000 hanno perso la casa a seguito degli attacchi della Nato contro la Jugoslavia, ha affermato.
"Gli Stati Uniti e la Nato non sono nella posizione di giudicare i principi morali di nessun Paese finché non si scusano e compensano i danni e le sofferenze che hanno causato ai popoli della Jugoslavia, dell'Iraq, della Siria e dell'Afghanistan", ha aggiunto Hua Chunying.
I rappresentanti ufficiali del ministero degli Esteri cinese hanno più volte criticato la posizione dei Paesi occidentali sulla crisi ucraina. In particolare il vicedirettore del dipartimento informativo del ministero degli Esteri cinese Zhao Lijian ha accusato Nato, Stati Uniti e media occidentali di una posizione ipocrita sulle vittime dei conflitti in merito al conflitto ucraino.
Secondo lui, quando si tratta delle vittime dei conflitti tra la popolazione civile, né i media né i governi dei paesi occidentali hanno mostrato preoccupazione per i morti in Iraq, Afghanistan, Siria, Palestina e Jugoslavia.
I bombardamenti della Jugoslavia da parte delle forze della Nato ebbero inizio il 24 marzo 1999, il 7 maggio dello stesso anno, a seguito di un raid dell'Alleanza Atlantica, l'Ambasciata cinese a Belgrado fu colpita. Nell'esplosione persero la vita 3 persone e più di 20 rimasero ferite.
Serbian Prime Minister Aleksandar Vucic speaks during a press conference in Belgrade, Serbia, Thursday, April 27, 2017 - Sputnik Italia, 1920, 24.03.2022
La situazione in Ucraina
Vucic stigmatizza "accuse ridicole" Nato a Russia su Ucraina e ricorda bombardamenti in Serbia
In precedenza la rappresentanza di Pechino presso la Ue ha affermato che la Cina non dimenticherà mai chi ha attaccato l'ambasciata cinese in Jugoslavia e non ha bisogno di lezioni sul diritto internazionale da parte di trasgressori.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала