L'Ue non ha nulla per sostituire il gas russo - vice premier russo Novak

© Sputnik . Alexandr Kryazhev / Vai alla galleria fotograficaAlexander Novak, ministro dell'Energia della Federazione Russa.
Alexander Novak, ministro dell'Energia della Federazione Russa. - Sputnik Italia, 1920, 24.03.2022
Seguici suTelegram
Alla luce dell'analisi sui volumi di gas scambiati con l'Unione Europea, il vice primo ministro Alexander Novak si dichiara scettico sull'eventualità che la stessa possa "sganciarsi" nel breve periodo dalla dipendenza dal gas russo. "L'Europa non ha niente che possa sostituire il gas russo in 1, 3, o 5 anni".
L'Europa non sarà in grado di trovare un sostituto per il gas russo nei prossimi cinque anni, ha affermato il Vice primo ministro, ex-ministro dell'Energia per la Federazione Russa, Alexander Novak in un'intervista ad alcuni mass-media russi.
"Giudicate voi stessi: per quanto riguarda l'industria del gas, forniamo circa 200 miliardi di metri cubi di gas mentre l'Europa consuma 500 miliardi di metri cubi, quasi il 60 per cento delle esportazioni. Non c'è assolutamente nulla che possa sostituirlo in un anno, o in tre o in cinque anni", ha affermato il funzionario.
Ha aggiunto che "tutto è possibile in questa vita", ma il completo rifiuto dell'Europa dei vettori energetici russi è "una specie di scenario apocalittico".
Il 24 febbraio, la Russia ha lanciato un'operazione speciale per smilitarizzare l'Ucraina. In risposta, i Paesi occidentali hanno annunciato sanzioni su larga scala contro Mosca, principalmente nel settore bancario e nella fornitura di prodotti dell'high-tech. Alcuni brend hanno annunciato che smetteranno di lavorare nel Paese.
Un impianto di lavorazione del gas naturale in Russia - Sputnik Italia, 1920, 23.03.2022
CEO della francese TotalEnergies: l'approvvigionamento di gas russo in Europa è essenziale
Gli Stati Uniti hanno rifiutato di acquistare idrocarburi russi, con la Gran Bretagna prevede di prendere la stessa decisione entro la fine dell'anno. A sua volta, l'UE ha discusso della necessità di ridurre la dipendenza dalle forniture di energia dalla Russia.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала