Ankara esorta l'Occidente a fornire alla Turchia caccia F-35 e sistemi Patriot senza precondizioni

CC0 / / F-35B
F-35B  - Sputnik Italia, 1920, 24.03.2022
Seguici suTelegram
In precedenza, gli Stati Uniti avevano imposto sanzioni economiche al settore della difesa della Turchia e si erano rifiutati di consegnare i caccia F-35 che la Turchia aveva già pagato a causa dell'accordo di Ankara con Mosca per la fornitura di sistemi di difesa missilistica S-400 di fabbricazione russa.
L'Occidente dovrebbe fornire alla Turchia caccia F-35 e sistemi missilistici Patriot senza precondizioni, così ha affermato Fahrettin Altun, portavoce del presidente Erdoğan e capo della direzione delle comunicazioni del governo turco. Ha aggiunto che qualsiasi "proposta informale" non aiuterebbe a migliorare i rapporti diplomatici tra le parti. Secondo la testata Reuters, gli Stati Uniti avrebbero discusso con Ankara per la possibilità di inviare sistemi di difesa S-400 di fabbricazione russa in Ucraina per aiutarla nella lotta contro l'esercito di Mosca.
In risposta alla notizia, Altun ha replicato sul Wall Street Journal affermando che l'idea che Ankara consegni gli S-400 acquisiti dalla Russia all'Ucraina non è realistica.
Il portavoce ha spiegato :"Sebbene oggi sia abbastanza irrealistico, questa idea offre l'opportunità di discutere i problemi che la Turchia ha avuto ultimamente con l'Occidente".
Il funzionario ha anche sottolineato che prima di acquistare gli S-400 dalla Russia, la Turchia si era più volte avvicinata agli Stati Uniti per l'acquisto del sistema Patriot. "Dato che la Turchia si trova in una delle regioni più pericolose e instabili del mondo...Ankara ha dovuto cercare alternative... La Turchia non ha avuto la possibilità di acquistare il Patriot", ha spiegato Altun.
"I turchi ricordano ancora come i nostri alleati hanno ritirato le batterie Patriot dalla Turchia durante alcuni dei periodi più tesi nelle relazioni turco-russe. Alla luce di tale esperienza, il popolo turco non prende più sul serio alcuna promessa informale dell'Occidente di rifornire il sistema Patriot. L'illegale "rimozione" della Turchia dal programma F-35 per ragioni politiche rende difficile prendere sul serio la "reintegrazione" della Turchia", conclude Altun.
Le relazioni tra Turchia e Stati Uniti sono tese da quando Ankara ha firmato un contratto con Mosca nel 2017 per la fornitura di sistemi di difesa aerea S-400 di fabbricazione russa. Washington ha quindi sospeso la Turchia dal suo programma F-35 nonostante Ankara avesse già pagato per la consegna dei caccia di quinta generazione. Gli Stati Uniti hanno affermato che gli S-400 avrebbero rappresentato una minaccia per il blocco anche per via dell'incompatibilità tra i missili russi e gli altri sistemi di difesa aerea della Nato. La Turchia ha rifiutato di annullare il contratto sugli S-400, sostenendo di avere il diritto di rafforzare la propria difesa nel modo che ritiene necessario.
La controversia tra Stati Uniti e Turchia continua anche sul lato economico per via delle continue richieste di Washington di imporre sanzioni contro la Russia per la sua operazione militare speciale in Ucraina. Tuttavia, il ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu ha ripetutamente affermato che Ankara non ha intenzione di aderire alle sanzioni internazionali contro la Russia ed è pronta, insieme a Israele, a mediare nei negoziati tra Mosca e Kiev.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала