Ambasciatore Usa in Russia: non a breve ma riprenderanno normali relazioni bilaterali

© AP Photo / Susan WalshJohn Sullivan
John Sullivan - Sputnik Italia, 1920, 24.03.2022
Seguici suTelegram
L'ambasciatore degli Stati Uniti a Mosca John Sullivan ha affermato che è difficile per gli Stati Uniti e la Russia avviare colloqui sulla sicurezza nella situazione attuale, ma ha auspicato che alla fine possano riattivarsi.
L'ambasciatore ha affermato di ritenere importante che Mosca e Washington continuino a discutere questioni chiave di sicurezza, inclusa la questione del possesso di armi di distruzione di massa.
"Credo sia importante che gli Stati Uniti e la Russia continuino a discutere le questioni di sicurezza più basilari, comprese le terribili armi di distruzione di massa di cui dispongono entrambi i Paesi. Nel contesto attuale, è difficile avviare questi negoziati , ma spero e aspetto che alla fine li riprenderemo a beneficio di tutta l'umanità. I ​​nostri predecessori li hanno condotti durante gli anni della Guerra Fredda... Certo, per i negoziati sono necessarie entrambe le parti. Vediamo cosa succede ", ha detto il capo della missione diplomatica americana in Russia in un'intervista al giornale Novaya Gazeta.
Gli Stati Uniti e la Russia alla fine riprenderanno ad avere normali relazioni, forse non presto, ma accadrà, ha affermato l'ambasciatore degli Stati Uniti a Mosca John Sullivan.
"Non sono assolutamente bravo a predire il futuro, ma farò una previsione, e non è una previsione, lo so e basta: alla fine, russi e americani riprenderanno normali relazioni. Forse non quest'anno, forse non l'anno dopo, ma accadrà. E spero di vivere per vederlo", ha detto il diplomatico.
Alla fine del 2021 la Russia ha pubblicato le bozze di un trattato con gli Stati Uniti e un accordo con la Nato sulle garanzie di sicurezza. Mosca aveva chiesto ai suoi partner occidentali garanzie giuridiche vincolanti sulla rinuncia ad un'ulteriore espansione verso est dell'Alleanza Atlantica, il no all'ingresso dell'Ucraina e il rifiuto all'installazione di basi militari nei Paesi post-sovietici.
Il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov - Sputnik Italia, 1920, 18.03.2022
Lavrov: Mosca vuole garanzie di sicurezza comuni per la Russia, l'Ucraina e l'Europa
Le proposte contengono anche una clausola sul non dispiegamento di armi d'attacco della Nato vicino ai confini della Russia e sul ritiro delle forze Nato dall'Europa orientale fino alle posizioni precedenti all'espansione del 1997.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала