Electrolux, stabilimento di Porcia (PN) chiuso per 3 giorni: mancano le componenti dalla Cina

© Fotolia / EdelweissМикрочип
Микрочип - Sputnik Italia, 1920, 23.03.2022
Seguici suTelegram
La chiusura è dovuta ai ritardi nella consegna di componenti elettronici prodotti in Cina.
Lo stabilimento Electrolux di Porcia, in provincia di Pordenone, in cui lavorano circa 1.800 dipendenti, resterà chiuso per tre giorni a partire da oggi, a causa della mancata fornitura di schede madri provenienti dalla Cina.
L’azienda fa sapere in una nota che la produzione dovrebbe riprendere regolarmente a partire da lunedì prossimo e che questa chiusura è dovuta alla difficoltà di ricevere componentistica elettronica da alcune aree della Cina che attualmente sono di nuovo in lockdown a causa di una nuova ondata di Covid.
Il problema relativo alla reperibilità di materiali di componentistica nelle scorse settimane aveva già causato disservizi che avevano portato alla chiusure di intere linee produttive ed al ricorso alla cassa integrazione per parte dei dipendenti.
È solo di poche settimane fa, invece, la notizia che in Germania Volkswagen ha annunciato periodi di chiusura degli stabilimenti di Zwickau e Dresda, dedicati alla produzione delle auto elettriche, a causa dalla mancata consegna della componentistica elettrica prodotta in Ucraina, e che anche la sede centrale di Wolfsburg dovrà ridurre la sua attività, così come gli stabilimenti di Emden ed Hanover, dove si costruiscono i veicoli commerciali.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала