Polonia consegna ad ambasciatore russo nota su espulsione di 45 diplomatici per "spionaggio"

© Foto : PixabayBandiera della Polonia
Bandiera della Polonia - Sputnik Italia, 1920, 23.03.2022
Seguici suTelegram
Le relazioni diplomatiche con Varsavia si conservano "formalmente", ha affermato l'ambasciatore russo in Polonia.
L'ambasciatore russo Sergey Andreev ha affermato di aver ricevuto una nota sull'espulsione di 45 diplomatici russi dalla Polonia.

"Ho ricevuto la nota sull'espulsione di 45 dei nostri dipendenti, con la motivazione di attività non conformi alla Convenzione di Vienna", ha detto l'ambasciatore ai giornalisti, dopo aver lasciato il palazzo del ministero degli Esteri polacco.

Il capo della missione diplomatica russa ha poi sostenuto che la parte polacca non ha motivazioni fondate per giustificare l'espulsione dei diplomatici russi. La Polonia aveva fatto sapere in precedenza di preparare l'espulsione di 45 diplomatici russi sospettati di spionaggio. Secondo l'ambasciatore, "non ci sono motivazioni" per sospettare i diplomatici di attività di spionaggio.
"I nostri dipendenti erano impegnati in normali attività diplomatiche e commerciali", ha detto l'ambasciatore ai giornalisti mentre lasciava l'edificio del ministero degli Esteri polacco.
I diplomatici russi espulsi dalla Polonia devono lasciare il Paese entro cinque giorni, ha riferito l'ambasciatore Sergey Andreev.

"Tempi diversi. Massimo cinque giorni", ha detto l'ambasciatore ai giornalisti.

Le relazioni diplomatiche tra Russia e Polonia si mantengono formalmente, ha aggiunto il massimo diplomatico russo a Varsavia.

"Formalmente, sono preservate. Non sono rotte", ha detto l'ambasciatore.

Quartier generale del Kgb a Minsk - Sputnik Italia, 1920, 22.03.2022
La situazione in Ucraina
Per Kgb bielorusso 8 diplomatici ucraini su 19 all'Ambasciata sono spie
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала