L'Australia lancia un'agenzia aerospaziale militare sulla base della Space Force degli Stati Uniti

un satellite - Sputnik Italia, 1920, 22.03.2022
Seguici suTelegram
Importante, e ambizioso, progetto aerospaziale da parte del governo australiano, in contrasto all'espansionismo cinese sulla base del modello americano della Space Force. L'Australia intende così partecipare alla "corsa allo spazio", colmando il ritardo accumulato sulle principali superpotenze del settore.
Il governo australiano ha annunciato il progetto per la creazione di un'agenzia aerospaziale militare del tipo della americana Space Force, in chiave presumibilmente anti-cinese, e con l'ambizione di assicurarsi una "porzione di spazio" tutta per sè.
Il ministro della Difesa del paese australiano, Peter Dutton, ha dichiarato che "lo spazio è sempre più affollato e già conteso, anche perché i confini tra concorrenza e conflitto stanno diventando sempre più sfumati", evidenziando come lo "spazio assumerà sempre più, parafrasando, un'importanza militare e rappresenta ormai l'ulteriore branca delle forze armate.
Un satellite in orbita terrestre - Sputnik Italia, 1920, 07.02.2022
E-Space pronta a mettere in orbita 100.000 satelliti per "pulire lo spazio"
Dutton ha poi riferito che l'obiettivo del progetto è anche il contrastare e arginare le ambizioni militari della Cina e della Russia nello spazio, "dato che tutti i paesi considerano lo spazio come un territorio da conquistare, piuttosto che un territorio da condividere".
La nuova agenzia sarà guidata da Cath Roberts, vice maresciallo dell'aeronautica, con la partecipazione di esperti, membri dell'esercito, della marina, dell'aeronautica, ma anche da una partnership con compagnie private.
Recentemente, il governo australiano ha creato un programma di rilancio dell'esercito del Paese, prevedendo di aumentarne le unità effettive a 80.000 entro il 2040, facendo inoltre del rilancio delle forze armate il fiore all'occhiello della campagna elettorale, in vista delle prossime elezioni che si terranno il prossimo 21 maggio per tutti i 151 seggi della Camera del Paese e per 40 seggi sui 76 totali del Senato.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала