- Sputnik Italia, 1920
La situazione in Ucraina
La Russia ha lanciato un'operazione speciale in Ucraina il 24 febbraio dopo che le Repubbliche del Donbass hanno chiesto aiuto a causa dei continui attacchi delle forze di Kiev.

Mosca: dopo l'operazione speciale in Ucraina emergeranno fatti sgradevoli sull'Occidente

© REUTERS / Carlo AllegriIl rappresentante permanente della Russia presso le Nazioni Unite Vasily Nebenzya
Il rappresentante permanente della Russia presso le Nazioni Unite Vasily Nebenzya - Sputnik Italia, 1920, 20.03.2022
Seguici suTelegram
Il rappresentante permanente della Russia presso le Nazioni Unite Vasily Nebenzya ha affermato che dopo la fine dell'operazione speciale russa in Ucraina, emergeranno "fatti sgradevoli sull'Occidente", inclusi i programmi biologici militari degli USA nel territorio dell'ex Unione Sovietica.
Agli inizi di marzo, il vicesegretario di Stato americano Victoria Nuland ha confermato l'esistenza di laboratori biologici in Ucraina che operavano con il sostegno della Casa Bianca. Ha affermato che Kiev e Washington stanno lavorando per evitare che i materiali accumulati in questi laboratori finiscano nelle mani delle forze russe.
A tal proposito, il ministero della Difesa russo ha affermato che con queste parole Nuland ha confermato la partecipazione del Pentagono ai programmi biologici militari in Ucraina.
"L'Occidente è ben consapevole che con il proseguimento delle azioni belliche, con l'indebolimento del potenziale dell'esercito ucraino, le posizioni delle autorità di Kiev si stanno indebolendo e vogliono mantenere queste posizioni mediante qualsiasi mezzo. In secondo luogo, sono ben consapevoli che, se e quando gli obiettivi dell'operazione militare speciale saranno raggiunti, verrà fuori un numero enorme di fatti sgradevoli, non solo sulle attività biologiche militari, ma anche molti altri", ha detto Nebenzya in un'intervista al programma Vesti Nedeli nell'onda del canale Rossiya 1.
Il rappresentante permanente russo presso l'ONU ha anche definito "ridicoli" i tentativi di smentire la condotta delle attività biologiche militari degli Stati Uniti sul territorio dell'Ucraina con il fatto che l'ONU non lo conferma.
"Se potete negare ciò che vi abbiamo mostrato, fatelo. Ma non accusateci senza prove di essere coinvolti nella propaganda, siccome vi abbiamo mostrato fatti concreti", ha detto Nebenzya.
Il ministero della Difesa della Federazione Russa aveva precedentemente tenuto una presentazione, dalla quale si evince che gli Stati Uniti hanno speso più di $ 200 milioni per il lavoro dei laboratori biologici in Ucraina, che hanno partecipato al programma biologico militare americano e avevano a che fare, in particolare, con agenti patogeni della peste e dell'antrace.
Una rete di oltre 30 laboratori biologici è stata organizzata sul territorio dell'Ucraina, che operava nell'interesse del Pentagono, ha affermato il capo delle forze di protezione dalle radiazioni ed elementi chimici e biologici russa delle forze armate russe Igor Kirillov. Tutto il materiale per andare avanti con il programma biologico militare statunitense è già stato portato fuori dall'Ucraina dopo l'inizio dell'operazione militare speciale russa, ha aggiunto.
Come affermato dal portavoce del ministero degli Esteri russo, alla luce dei fatti relativi alle attività biologiche militari statunitensi in Ucraina, Mosca non esclude l'avvio di un meccanismo di consultazioni nell'ambito della Convenzione sulla proibizione dello sviluppo, produzione e immagazzinamento delle armi batteriologiche (biologiche) e sulle armi tossiche e sulla loro distruzione.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала