COVID, Cina: due decessi a causa del virus dopo più di un anno

© AP Photo / Ng Han GuanLa nuova ondata di covid a Pechino
La nuova ondata di covid a Pechino - Sputnik Italia, 1920, 19.03.2022
Seguici suTelegram
Nelle ultime 24 ore la Cina ha registrato due decessi per COVID-19, alla luce della diffusione intensa della malattia in tutto il paese. L'ultima volta che era stato registrato un decesso per coronavirus era il 25 gennaio 2021, lo si apprende dai dati della Commissione Nazionale di Sanità della Repubblica popolare cinese.
Venerdì, gli specialisti cinesi hanno rilevato 2.228 nuovi casi confermati di contagio, di cui 71 importati e 2.157 locali. Questi numeri di contagio, alti per un paese che segue la politica di "tolleranza zero" verso il COVID-19, vengono registrati da più di una settimana, considerando che prima un tasso d'incidenza così elevato si era registrato solo all'inizio del 2020, quando la malattia si era diffusa principalmente in Cina e non era stata nemmeno dichiarata la pandemia. A causa della rapida diffusione del virus in diverse città del Paese, in alcune zone è stato introdotto il lockdown.
La maggior parte dei casi locali è stata registrata nella provincia di Jilin, nel nord-est del Paese, dove sono stati rilevati 1.674 casi di contagio, 69 casi sono stati rilevati nella provincia di Liaoning, anch'essa nel nord-est del paese, 42 casi nella provincia orientale di Shandong, 22 nella provincia di Gansu, 47 nella provincia meridionale del Guangdong, 20 nella provincia di Heilongjiang e 11 nella provincia di Shaanxi. Inoltre, sono stati registrati casi di COVID-19 nelle province di Yunnan, Zhejiang, Hebei, Henan, Shanghai, Tianjin e nella municipalità di Pechino.
Dall'inizio della pandemia, nella Cina continentale complessivamente sono stati rilevati 128.462 casi di contagio da coronavirus, 105.238 persone sono guarite, 18.586 pazienti con COVID-19 rimangono negli ospedali, tra cui 31 in gravi condizioni, 4.638 sono morti. I casi scoperti all'ingresso delle persone dall'estero sono 16.759, di cui 14.703 guarigioni.
A Hong Kong, dove negli ultimi mesi le autorità non sono state in grado di far fronte alla quinta ondata di epidemia, dall'inizio della pandemia sono stati rilevati 274.095 casi (5.401 persone sono morte, 32.467 guarite), a Macao 82 (79 pazienti sono stati già dimessi) e a Taiwan 21.658 persone (853 decessi, 13.742 guarigioni).
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала