Nutrizionista parla di quattro bevande incompatibili con vitamine e farmaci

© Fotolia / ViperfzkPillole
Pillole - Sputnik Italia, 1920, 18.03.2022
Seguici suTelegram
La nutrizionista inglese Shona Wilkinson ha raccontato quali sono le bevande assolutamente da escludere durante l'assunzione di farmaci e vitamine.
In un'intervista al giornale Express, l'esperta ha sottolineato che i farmaci devono essere presi secondo le raccomandazioni, siccome "ciò potrebbe influire sulla capacità di assorbimento dei nutrienti negli integratori, il che significa che si potrebbe non raggiungere i risultati desiderati".

Caffè e tè caldo

Il trattamento termico distrugge i nutrienti, perciò l'acqua calda nel tè e nel caffè non deve essere utilizzata durante l'assunzione di complessi vitaminici e altri integratori salutari. Tannini e caffeina possono interferire nell'assorbimento di numerose vitamine e minerali, in particolare ferro e vitamina D. Inoltre, la caffeina ha un effetto diuretico, grazie al quale le vitamine del gruppo B e la vitamina C possono essere escrete dal corpo insieme al liquido, ha affermato l'esperta.

Probiotici

Inserire i probiotici nel menù fa bene all'apparato gastrointestinale. Tuttavia, l'assunzione di bevande con probiotici può provocare la diminuzione dell'efficacia degli antibiotici. Poiché i probiotici sono batteri, potrebbero "uccidersi" a vicenda se vengono presi insieme. Di conseguenza, ci dovrebbe essere una pausa di almeno due ore tra l'assunzione di antibiotici e probiotici.

Alcolici

Bere alcol durante l'assunzione di vitamine impedisce al corpo di assorbire un ampio numero di sostanze. Le vitamine del gruppo B sono a rischio di esaurimento e coloro che bevono l'alcol in quantità eccessive hanno maggiori probabilità di avere una carenza di questo elemento. La combinazione di alcol e antibiotici può causare vertigini, sonnolenza, nausea e vomito.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала