Covid, chiesta la registrazione del vaccino russo a spray nasale

© Foto : servizio stampa Fondo russo di investimenti diretti (Rfpi)Ricerche per il primo vaccino russo contro il Covid-19
Ricerche per il primo vaccino russo contro il Covid-19 - Sputnik Italia, 1920, 18.03.2022
Seguici suTelegram
Il ministero della Sanità russo ha rilasciato, nell'ottobre 2021, al Centro Gamaleya l'autorizzazione per condurre gli studi clinici di fase due di un vaccino contro il coronavirus a spray nasale.
Il centro di ricerca russo Gamaleya ha presentato al ministero della Salute la documentazione necessaria per la registrazione di un vaccino contro il coronavirus sotto forma di spray nasale. Lo ha detto alla stampa russa il direttore del centro, Alexander Gintsburg.

"Ieri sera abbiamo caricato tutto, l'intero verbale, necessario per la registrazione del farmaco. Il ministero della Salute ha ricevuto ufficialmente oggi i documenti. Se non ci saranno critiche, otterremo un certificato di registrazione in base ai risultati della fase uno e due [prove], oltre al permesso di rilasciare [il vaccino] per la distribuzione pubblica nel prossimo futuro", ha riferito.

Gintsburg ha inoltre reso noto che non sono stati registrati effetti collaterali del vaccino nasale.
"Non ci sono effetti collaterali, il vaccino ha la stessa composizione, l'attacco dell'ugello spray non richiede la certificazione, quindi non dovrebbero esserci obiezioni formali alla registrazione", ha specificato.
Nell'ottobre 2021, il ministero della Sanità russo ha rilasciato al Centro Gamaleya il via libera per gli studi di fase due di un vaccino contro il coronavirus sotto forma di spray nasale. Gintsburg ha affermato che il vaccino a spray nasale, in grado di creare una barriera in più per prevenire la trasmissione del virus, sarebbe stato aggiuntivo al normale vaccino per inoculazione.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала