Slovacchia, Difesa su forniture sistemi antiaerei a Ucraina: "La nostra sicurezza viene prima"

© Ufficio Stampa Ministero della Difesa russo / Vai alla galleria fotograficaSistemi missilistici S-300
Sistemi missilistici S-300 - Sputnik Italia, 1920, 17.03.2022
Seguici suTelegram
In un'intervista alla rivista online Teraz, il ministro della Difesa slovacco, Yaroslav Nagy, ha chiarito che l'unico sistema missilistico antiaereo a disposizione dell'esercito slovacco potrà essere trasferito in Ucraina solo dopo che sarà adeguatamente rimpiazzato.
Mercoledì, i media avevano riferito che la Slovacchia aveva già accettato in precedenza di trasferire il sistema di difesa aerea S-300 in Ucraina, a condizione della sua immediata sostituzione con attrezzature adeguate per il suo esercito.

"Ci sforziamo tutti di aiutare l'Ucraina il più possibile, ma io sono il ministro della Difesa della Slovacchia. Devo pensare prima di tutto ad adempiere agli interessi della difesa della repubbblica slovacca".

Nagy ha inoltre aggiunto che, al momento, la Slovacchia ha una sola unità del sistema S-300 e non dispone di alternative, così come non c'è alcun accordo in merito ai caccia MiG-29.
Giovedì, il Segretario alla Difesa degli Stati Uniti, Lloyd Austin, visiterà Bratislava. La Slovacchia è l'unico paese in Europa in cui Austin terrà colloqui bilaterali durante il suo viaggio.

Si presume che uno dei principali argomenti dei negoziati sarà il trasferimento in Ucraina del sistema S-300, così come la fornitura di un sostituto all'esercito slovacco. Queste voci sono state confermate dal primo ministro Eduard Heger, durante un'intervista alla TV slovacca domenica.

"Presumo che la conversazione (con Austin - ndr) toccherà vari temi, e l'argomento S-300 potrebbe essere tra questi. È importante però notare che la priorità assoluta resta la sicurezza del nostro territorio. Fintanto che non saremo in grado di assicurare la nostra protezione, non potremo trasferire l'equipaggiamento, e i nostri alleati ne sono ben consapevoli", ha affermato il premier.

Il sistema missilistico antiaereo S-300PMU era stato fornito dall'URSS alla Cecoslovacchia nel 1990. Durante il processo di divisione della repubblica (in Repubblica Ceca e Slovacchia nel 1993), il sistema è stato messo a disposizione dell'esercito slovacco.

Il sistema di difesa aerea S-300PMU è in grado di colpire vari obiettivi a una distanza di fino 75 chilometri e a un'altitudine massima di 27 chilometri. Il suo scopo principale è la difesa di strutture strategiche militari e civili.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала