Duecentenario di Pasteur: Rabbia come il Covid, scetticismo sui vaccini anche all’epoca

Produzione vaccino - Sputnik Italia, 1920, 17.03.2022
Seguici suTelegram
Approfondimento
Si sono tenuti a Samara diversi eventi in occasione del 200° anniversario della nascita dell'accademico francese Louis Pasteur, colui che sviluppò un vaccino antirabbico.
Scienziati russi e francesi hanno partecipato a una tavola rotonda dedicata all’anniversario in questione e alla ricorrenza della costruzione della stazione di Samara, intitolata proprio a Pasteur.
Come nel caso del moderno vaccino contro il coronavirus, una parte della società del XIX secolo non accettò lo sviluppo ad opera di Louis Pasteur di un trattamento antirabbico. Lo scienziato venne aspramente criticato e considerato persino pericoloso. Ma, come hanno notato gli esperti, le autorità russe furono tra le prime a sostenere finanziariamente lo scienziato francese nella creazione di un istituto microbiologico, donando 100.000 franchi nel 1886.
Uno dei temi chiave è l'anniversario della creazione della prima stazione Pasteur nella Russia moderna, 135 anni fa. Mitya Kalyapin, un bambino di Samara accompagnato a Parigi da due medici di Samara, fu il primo paziente russo ad essere curato da Pasteur. La sua guarigione miracolosa, per gli standard dell'epoca, fu l’occasione per l’inaugurazione della stazione di Samara intitolata a Pasteur, dove venivano curati i malati di rabbia provenienti da tutta la Russia.
Infarto - Sputnik Italia, 1920, 10.03.2022
Al via a Milano la sperimentazione del “vaccino” contro l’infarto
"Nel XIX secolo Samara era un grande villaggio, con piccole aree di vocazione più urbana. Non erano presenti fogne e la situazione sanitaria in cui versava la città era spaventosa. Questo fu il contesto in cui scoppiarono diversi focolai di malattia: vaiolo, peste, colera. E fra queste c'era anche la rabbia. Gli esperimenti di vaccinazione furono molto importanti dal punto di vista sociale. Contribuirono a proteggere la salute della nazione. La nostra conferenza ha anche un significato storico, perché stiamo attraversando un periodo davvero difficile", ha dichiarato Pyotr Kabytov, dottore di ricerca in Scienze storiche, professore emerito dell'Università nazionale russa di Scienza e Ricerca di Samara intitolata all'accademico S.P. Korolev.
Secondo gli esperti, la promozione della conoscenza scientifica e il superamento di tutti i tipi di pregiudizi in merito alla vaccinazione rivestono un’importanza particolare nel dibattito sul tema.
"Ci troviamo nel bel mezzo di una pandemia e tutte queste circostanze sono estremamente dolorose per la nostra società. In questa situazione, il modo in cui le persone affrontano il problema e si aiutano a vicenda è molto importante. Non molto tempo fa abbiamo sperimentato la campagna vaccinale di massa, erogata anche ai nostri studenti, studenti che oggi lavorano come volontari medici e prestano aiuto nelle cliniche. La scorsa settimana i nostri studenti hanno prestato 252 turni in forma volontaria", ha dichiarato Mikhail Leonov, prorettore dell'Università di Samara.
Alessandro Verona - Coordinatore medico di Intersos - Sputnik Italia, 1920, 19.02.2022
Pandemia disuguale: la complessa sfida per un accesso equo ai vaccini in Italia e nel mondo
Louis Pasteur era uno scienziato francese, chimico e fondatore della microbiologia. Il suo principale successo fu lo sviluppo di un vaccino antirabbico, grazie al quale furono salvate diverse migliaia di vite in tutto il mondo. Il 27 dicembre 2022 si celebrerà il 200° anniversario della nascita dell'accademico francese.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала