- Sputnik Italia, 1920
La situazione in Ucraina
La Russia ha lanciato un'operazione speciale in Ucraina il 24 febbraio dopo che le Repubbliche del Donbass hanno chiesto aiuto a causa dei continui attacchi delle forze di Kiev.

Negoziati russo-ucraini, ottimismo da consigliere di Zelensky: si intravvedono compromessi

© Sputnik . Александр Кряжев / Vai alla galleria fotograficaTrattative tra Russia e Ucraina nella regione di Gomel, Bielorussia
Trattative tra Russia e Ucraina nella regione di Gomel, Bielorussia - Sputnik Italia, 1920, 16.03.2022
Seguici suTelegram
Mikhail Podolyak, consigliere dell'amministrazione presidenziale di Vladimir Zelensky, ha affermato che le posizioni delle parti nei negoziati tra Russia e Ucraina erano diverse, ma ora si ci sta avvicinando ad una sorta di compromesso.
"Dall'inizio dei negoziati, la parte russa usava un tono da ultimatum... Le posizioni delle parti erano molto diverse e solo ora abbiamo iniziato a raggiungere una sorta di compromesso", ha detto Podolyak in un'intervista al canale Ukraine 24.
Secondo il rappresentante ucraino, durante i colloqui si discutono le garanzie di sicurezza per l'Ucraina.
"Abbiamo proposto un modello diverso, in cui ci saranno Paesi garanti che saranno legalmente obbligati ad intervenire", ha detto Podolyak.
Dopo l'inizio dell'operazione speciale russa per la smilitarizzazione in Ucraina, i rappresentanti dei due Paesi si sono incontrati di persona tre volte, ora invece i negoziati vengono condotti quotidianamente in videoconferenza.
Il presidente Putin parla alla nazione e annuncia il riconoscimento della sovranità delle Repubbliche Popolari di Donetsk e Lugansk - Sputnik Italia, 1920, 16.03.2022
Putin: regime filo-nazista ucraino potrebbe in futuro acquisire armi nucleari da puntare su Russia

Operazione militare russa in Ucraina

La mattina del 24 febbraio, il presidente Vladimir Putin ha ordinato un'operazione speciale in Ucraina, descrivendola come un passo necessario per aiutare le Repubbliche Popolari del Donbass, che stavano affrontando un "genocidio" e le atrocità commesse dal governo nazionalista di Kiev.
Il ministero della Difesa russo ha sottolineato che le forze russe non stanno prendendo di mira le città o le infrastrutture sociali delle guarnigioni militari ucraini, al fine di evitare vittime tra i militari e le loro famiglie che risiedono lì, e ha ordinato di trattare il personale militare delle forze armate ucraine "con rispetto".
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала